IL GIORNO DI FRANCESCO, una Palermo blindata attende l’arrivo del Papa

0
50

Palermo è pronta per accogliere Papa Francesco che viene per ricordare il beato Pino Puglisi ucciso il 15 settembre 1993 dalla mafia. La città è blindata, le strade dove passerà il corteo papale sono transennate, ai varchi gli operatori controllano le persone che entrano col metaldetector.

La folla dei fedeli attende il Pontefice sul prato del Foro Italico, davanti al mare, lo stesso luogo che il 3 ottobre 2010 ospitò Benedetto XVI. Lì Bergoglio ricorderà don Pino Puglisi.

Ma la prima tappa del Papa sarà Piazza Armerina, nell’Ennese, destinazione che raggiungerà alle 8.30 in elicottero dall’aeroporto di Catania e dove sarà accolto da monsignor Rosario Gisana, vescovo della città che ospita i mosaici della Villa romana del Casale. Dal campo sportivo, il Papa si trasferirà in auto a piazza Europa dove incontrerà i fedeli.

Il decollo per Palermo è previsto alle 10.15; mezz’ora dopo Papa Francesco atterrerà al porto, qualche centinaio di metri dal Foro Italico, e alle 11.15 celebrerà la messa. Si stima che saranno 80 mila i fedeli in arrivo nel capoluogo siciliano, tra isolani e residenti in altre regioni d’Italia.

Alle 13.30 Bergoglio raggiungerà la missione Speranza e Carità del missionario laico Biagio Conte, che a Palermo assiste migliaia di poveri e garantisce loro pasti caldi. Nella mensa di via Decollati il Papa consumerà con gli ospiti del centro un frugale pranzo preparato nella cucina della missione e alle 15 si sposterà nel quartiere che fu di don Puglisi – nel luogo dove il parroco di Brancaccio fu assassinato – e che il sacerdote tentò di ripulire dalla mafia e dai soprusi.

Seguirà una visita alla parrocchia di San Gaetano e alle 15,30 in Cattedrale per incontrare parroci, sacerdoti e seminaristi di tutta la Sicilia, superiori e superiore delle comunitaà religiose dell’Isola, accompagnato dall’arcivescovo di PalermoCorrado Lorefice. A chiudere la visita pastorale, alle 17, l’incontro in piazza Politeama tra il Pontefice e i giovani (saranno 4.500, secondo la stima della Curia, i ragazzi presenti in piazza Castelnuovo, davanti al teatro Politeama).