Il Palermo si gioca la serie A a Frosinone, Stellone: “Faremo la nostra gara, niente calcoli”

0
42

Ultimi novanta minuti per sperare nella serie A. Sabato sera caldo quello di Frosinone dove alle 20.30, sul prato del “Benito Stirpe” andrà in scena l’ultimo atto del campionato di serie B. In campo il Frosinone di Moreno Longo e il Palermo dell’ex di turno Roberto Stellone.

Match di ritorno, con i siciliani in vantaggio, in virtù del 2-1 dell’andata al “Renzo Barbera”, che possono dunque puntare sul doppio risultato: sia la vittoria che il pareggio promuoverebbero i rosanero in serie A. I ciociari, invece, per fare il salto di categoria sono obbligati a fare bottino pieno, con qualsiasi risultato. Esclusa l’ipotesi supplementari.

Molto carichi Ilija Nestorovski (che ha superato del tutto le ruggini con Stellone) e compagni. L’entusiasmo del pubblico palermitano li ha spinti mercoledì sera e li sta accompagnando nell’avvicinamento alla gara che darà la sentenza.

A parte l’infortunato Morganella, sono al completo i siciliani: recuperati e convocati anche Giuseppe Bellusci e Ivaylo Chochev. Tante quindi le scelte possibili per l’allenatore rosanero, che dovrebbe confermare dal primo minuto la squadra dell’andata, con il modulo 4-3-1-2, puntando soprattutto sull’estro di Coronado, libero di agire alle spalle del tandem offensivo composto da Nestorovski e La Gumina.

“La gara d’andata è stata interpretata da tutti bene. A Frosinone sarà tutta un’altra storia. Per noi e per loro è la sfida più importante dell’anno: troveremo di certo un ambiente caldo, che conosco molto bene. Il Palermo è consapevole delle proprie armi e deve fare anche la sua partita, senza far calcoli”, ha detto Stellone.

Potranno contare sull’apporto di uno stadio gremito, di contro, il Frosinone e Longo, sono alle prese con diversi problemi di formazione. Oltre ai lungodegenti Nicolò Brighenti e Daniel Ciofani, si è fermato (menisco interno del ginocchio sinistro ko) anche Luca Paganini. A ruota, da valutare le condizioni fisiche di Lorenzo Ariaudo. Infine, ancora molti altri i punti interrogativi nell’undici ciociaro: Nicola Citro, Raffaele Maiello (in campo entrambi per pochi minuti a Palermo) e Danilo Soddimo (in panchina al “Barbera”) scalpitano per un posto in campo da titolare al fischio di inizio. Ad arbitrare la gara sarà Federico La Penna di Roma. (ITALPRESS)