Il Palermo torna a vincere. Lazaar, Rigoni e Chochev affondano l’Udinese

0
16

Sembra il Palermo di metà stagione quello che ad Udine batte i padroni di casa con un bell’1-3 non lasciando scampo agli avversari. Vazquez dopo un avvio incerto illumina le azioni dello 0-2 e 0-3 siglati da Rigoni e Chochev. Prima di loro standing ovation per Lazaar che segna un eurogol dai 30 metri.

 

Sei partite senza vittorie, per tentare l’assalto all’Udinese l’allenatore del Palermo Giuseppe Iachini si affida ancora, in avanti, al duo Vazquez-Dybala. Difesa a tre con Gonzalez fra Vitiello ed Andelkovic e Rispoli e Lazaar sulle fasce. A centrocampo Jajalo sarà il regista supportato da Rigoni ed il bulgaro Chochev. Per gli uomini di Stramaccioni, invece, il duo Thereau e Di Natale dovrà impensierire la porta difesa da Sorrentino con particolare attenzione a Widmer, sempre attivissimo sulla fascia.

 

Al secondo minuto si presenta alla retroguardia rosanero Antonio di Natale con un gran tiro a giro sul palo lontano che sorprende Sorrentino ma si spegne sul fondo. Al 12’ Vazquez innesca Dybala, Danilo si aiuta con il corpo e manda l’argentino sul fondo, poche bollicine ancora per la manovra dei rosanero. Al 15’ Lazaar riceve palla sulla trequarti, il marocchino non ci pensa su due volte e lascia partire un siluro che si insacca alle spalle di Karnezis alla velocità del suono sotto il sette, capolavoro del terzino sinistro rosa e 0-1.

 

Al 17’ Thereau scatta in posizione di offside su una punizione calciata da un compagno, il francese insacca ma la bandierina del guardalinee era già alta da qualche secondo. Il Palermo passa dalle poche bollicine di inizio gara allo champagne spumeggiante, i rosa firmano il doppio vantaggio con Rigoni grazie ad una bellissima azione in contropiede innescata da Vazquez a vantaggio di Dybala che dal fondo mette in mezzo un grande assist per il centrocampista ex Chievo che insacca con grande facilità: 0-2.

 

Al 44’ i rosanero rischiano di chiudere la partita: Vazquez lancia in profondità Dybala che salta Karnezis e di destro calcia verso la porta, clamoroso palo per l’argentino. Sul capovolgimento di fronte l’Udinese rischia di accorciare la difesa rosa è brava a salvarsi in angolo. L’arbitro Tommasi concede un minuto di recupero nella prima frazione di gioco che termina senza particolari sussulti.

 

Ad inizio ripresa l’Udinese cambia qualcosa in avanti. Stramaccioni manda in campo il numero 9 Perica al posto di Piris. Al 52’ Jajalo su cross di Guilherme rischia di segnare nella propria porta, Sorrentino però battezza fuori, è solo angolo. La gara sonnecchia, pochi i sussulti da parte delle due squadre, al 62’ Guilherme ci prova da distanza siderale: la palla si spegne dentro il cantiere della curva nord dello stadio Friuli. Un minuto dopo Pinzi, grazie ad un rimpallo, si trova solo in area rosanero con la porta spalancata: il centrocampista dell’Udinese riesce a mandare incredibilmente fuori.

 

Al 66’ il Palermo chiude la gara, Vazquez salva di tacco in profondità Rispoli che mette in mezzo un gran bel cross per Chochev che di testa non sbaglia e segna la sua prima rete in serie A. Un minuti dopo fuori Jajalo dentro Bolzoni, prima sostituzione per il Palermo. Al 72’ arriva il primo cartellino giallo della gara, a prenderlo è Danilo che butta giù con le cattive Vazquez che pochi istanti dopo lascia il campo a favore di Belotti. Guilherme nervoso, il centrocampista bianconero scalcia da dietro Chochev, Tommasi sanziona col giallo il giocatore di Stramaccioni.

 

Ultima sostituzione per l’Udinese, dentro Aguirre fuori Guilherme. Gran contropiede del Palermo finalizzato da Rispoli, l’ex giocatore del Parma colpisce un gran palo con Karnezis battuto. All’81’ Di Natale accorcia le distanze l’Udinese, l’attaccante riceve in area e scaraventa in porta da posizione favorevole: 1-3. Belotti costretto ad uscire all’85’, dentro Maresca. L’attaccante rosanero lasciando il campo si tocca lo stomaco. Tommasi fischia la fine del match dopo 3′ di recupero.

 

Tabellino

 

Udinese: 31 Karnezis; 2 Wague, 5 Danilo, 89 Piris (45’ 9 Perica); 27 Widmer, 6 Allan, 66 Pinzi, 19 Guilherme (79’ Aguirre), 34 Gabriel Silva; 77 Thereau (69’ 7 Badu), 10 Di Natale (cap.). A disposizione: 22 Scuffet, 97 Meret, 8 Bruno Fernandes, 11 Domizzi, 13 Zapata, 18 Bubnjic, 21 Hallberg, 26 Pasquale, 82 Geijo. Allenatore: Andrea Stramaccioni.

 

Palermo: 70 Sorrentino (cap.); 2 Vitiello, 12 Gonzalez, 4 Andelkovic; 3 Rispoli, 27 Rigoni, 28 Jajalo (67’ 15 Bolzoni), 18 Chochev, 7 Lazaar; 20 Vazquez (72’ 99 Belotti) (85’, 25 Maresca), 9 Dybala. A disposizione: 1 Ujkani, 5 Milanovic, 10 Joao Silva, 14 Della Rocca, 19 Terzi, 21 Quaison, 22 Ortiz, 33 Daprelà, 96 Bentivegna. Allenatore: Giuseppe Iachini.

 

Arbitro: Dino Tommasi (Bassano del Grappa). Assistenti: Claudio La Rocca (Ercolano) – Filippo Valeriani (Ravenna). Quarto ufficiale: Filippo Meli (Parma). Arbitri aggiuntivi: Giampaolo Calvarese (Teramo) – Fabrizio Pasqua (Tivoli).

 

Reti: 15’ Lazaar, 21’ Rigoni, 66’ Chochev, 81’ Di Natale. Note: Ammoniti: Danilo (U), Guilherme (U), Aguirre (U). Angoli 7-3. Recuperi: 1’ e 3’.