Il Palermo va a Pescara, Tedino: “Vogliamo mantenere il primo posto, loro sono arrabbiati”

0
86
esordio stagionale per il palermo

Il turno numero 13 del campionato di serie B si apre venerdì sera (ore 20.30) con l’anticipo di scena allo stadio Adriatico. Il Palermo di Tedino sfida il Pescara di Zeman. Per il tecnico boemo una partita dal sapore particolare, per aver lavorato 9 anni nel capoluogo siciliano. I rosanero (miglior difesa con 9 gol subiti) guidano la classifica con 21 punti e alle loro spalle c’è un agguerrito terzetto di squadre Empoli, miglior attacco con 24 gol, Frosinone e Parma, ad una lunghezza dalla capolista.

“Mancano trenta gare, sono tantissime. Dobbiamo continuare a lavorare così”, è il messaggio del tecnico del Palermo Bruno Tedino alla vigilia dell’anticipo di venerdì sera sul terreno del Pescara. “Sono orgoglioso di allenare questi ragazzi, stanno dando tutto in ogni allenamento. Personalmente mi sento sempre sotto esame ma devo sempre dimostrare, la mia vita è adesso e domani. Non ho dimostrato niente qui a Palermo. E’ chiaro che vogliamo mantenere il primo posto. Vogliamo dimostrare continuità di rendimento. Zeman è un allenatore inimitabile dal punto di vista tecnico-tattico, mi è sempre piaciuta la voglia di far male agli avversari. Troveremo un Pescara arrabbiato”.

Tanti gli infortuni in casa Palermo, l’ultimo della serie quello del portiere Pomini: “Ha avuto un problema alla caviglia in mattinata, non sappiamo cosa abbia di preciso e dobbiamo valutare se verrà con noi o meno”. Restando in tema di estremo difensore su Posavec, spesso finito nell’occhio della critica, Tedino dice: “Ho allenato Donnarumma, Meret, Audero e Scuffet e credo che Posavec non sia secondo a loro”.

Il problema è la fascia sinistra, visto gli infortuni di Aleesami, Rolando e Morganella, che già svolgeva il ruolo da adattato. Domenica scorsa contro l’Entella dopo l’uscita dello svizzero sulla fascia è stato dirottato il giovane Fiordilino, che non è un esterno: “Fiordilino può darci geometrie sugli esterni, è una sicurezza lui come gli altri. Stiamo facendo un bel lavoro per questo. Ho provato Embalo a sinistra che ha preso due pallonate nel giro di due giorni e quindi ho preferito abbandonare l’idea. Mi sa che questa sia davvero una fascia maledetta”.

Sono ventuno i giocatori convocati dal tecnico del Palermo Bruno Tedino per il match contro il Pescara, in programma venerdì sera allo Stadio Adriatico ” Giovanni Cornacchia “. Questo l’elenco completo di cui non fa parte l’ultimo infortunato della serie, ovvero il portiere Pomini; Portieri: Guddo, Maniero, Posavec; Difensori: Accardi, Cionek, Petermann, Struna, Szyminski; Centrocampisti: Chochev, Fiordilino, Gnahorè, Jajalo, Murawski, Rispoli, Rizzo. Attaccanti: Coronado, Embalo, La Gumina, Monachello, Nestorovski, Trajkovski. Agostino Rizzo indosserà la maglia numero 34. (ITALPRESS/ph. pasquale ponente).