Il Pd vince a Carini e Villabate, ma frena nei feudi di Crocetta e Crisafulli

0
31

Scrutinio a rilento nei Comuni siciliani, ma arrivano le prime certezze. A festeggiare soprattitto democratici, grillino e, a sorpresa, leghisti.

Innazitutto il dato dell’affluenza: anche nel’Isola la disaffezione verso la politica è evidente, ha votato, infatti,  il 64,44 per cento degli aventi diritto (446.379 su 692.706).  La differenza con le precedenti elezioni non è stata resa nota dal servizio elettorale regionale ma in quasi tutti i comuni dove si è votato il numero dei votanti è risultato in calo.

Successo al primo turno per l’alleanza Pd-Ap che fa vincere Lillo Firetto ad Agrigento con circa il 60 per cento dei voti. il deputato centrista supera il forzista Silvio Alessi, a sorpresa al terzo posto si piazza il candidato di Matteo Salvini Marco Marcolin con la lista leghista che sfiora il dieci per cento.

Centrosinistra primo anche a Marsala, dove vince Alberto Di Girolamo. Battuta d’arresto clamorosa invece ad Enna, dove l’ex senatore Vladimiro Crisafulli nella sua storica roccaforte, non va oltre il 40 per cento  e dunque andrà al ballottaggio probabilmente con Antonello Maurizio Dipietro (24 per cento circa). Crisafulli, la cui candidatura era stata osteggiata da alcuni dirigenti nazionali, non è appoggiato dal simbolo ufficiale del Pd ma da “Enna democratica” e da altre due liste in cui convergono Ncd e Udc. Buon risultato per il candidato del M5s Davide Solfato, intorno al 17 per cento delle preferenze. I grillini conquistano invece Pietraperzia e rimangono in corsa ad Augusta e Gela, la città del governatore Rosario Crocetta, dove è in atto una sfida a tre per il ballottaggio.

Nel palermitano, a Villabate l’ex presidente della Corte d’Appello Vincenzo Oliveri verso la vittoria. Nello scrutinio, ancora in corso, il giudice, andato in pensione appena pochi mesi fa, è in netto vantaggio sui suoi avversari, superando il 50 per cento dei voti. Dopo di lui, a sorpresa, si piazza il salviniano Corrao. A Pollina conferma per la deputata renziana Magda Culotta, mentre a Scillato Giuseppe Frisa è stato eletto sindaco con il 50,41 Per cento. Prevale di un soffio su Giuliano Cortina, dal quale è diviso da appena quattro voti. Sempre sulle Madonie, a San Mauro Castelverde Giuseppe Minutilla ha ottenuto il 48,17 per cento dei voti. Ha avuto la meglio su Giovanni Nicolosi che si è fermato al 34,94 per cento. Vittoria al primo turno, infine, a Carini per il candidato renziano Giovì Monteleone.