Il piccolo Gioele è morto nello stesso posto di Viviana Parisi e poi trascinato nella boscaglia

0
155
viviana parisi

Viviana Parisi e il piccolo Gioele Mondello sono morti nello stesso posto. Ad esserne convinto è convinto il procuratore di Patti, Angelo Cavallo, che indaga sulla morte della dj e del figlio di 4 anni.

Alla squadra mobile di Messina oggi il prelievo del Dna sul papà del bimbo, Daniele Mondello, per la necessaria comparazione con quello estratto dai poveri resti ossei ritrovati ieri da un ex brigadiere dei carabinieri, tra i volontari in campo, nella fitta vegetazione della collina di Caronia, a 200 metri dall’autostrada Messina-Palermo.

Sempre secondo il procuratore, con molta probabilità il corpo del bambino è stato trascinato nel luogo dove è stato ritrovato ieri soltanto di recente, “altrimenti – dice Cavallo – non si spiegherebbe perché il suo corpo sia stato trovato smembrato: in una zona la testa e gli indumenti, in un’altra il tronco senza arti”.

Sulle cause della tragedia ancora buio fitto. Perdono quota piste riconducibili ad ambiti familiari. “Mi auguro di tutto cuore che dai resti di Gioele si possano capire molte cose, non dobbiamo disperare. A volte anche da pochi resti si possono capire molte cose” – spiega il magistrato. Per questo motivo stanno indagando sulla duplice morte “altre professionalità”.