Il Qatar finanzia 11 progetti di moschee e centri islamici in Sicilia

0
137
qatar

Il Qatar ha finanziato 113 nuove moschee e centri islamici in tutta Europa solo nel 2014, per un totale di 71 milioni di euro, attraverso la Qatar Charity, una fondazione formalmente indipendente ma in realtà finanziata in larga misura dall’emiro del Qatar. E l’Italia è il Paese che ha ricevuto una fetta maggiore di questi stanziamenti, con più di 22 milioni suddivisi in 45 progetti, soprattutto nel nord (Saronno, Piacenza, Brescia e Alessandria) ma anche centro e sud, in particolare in Sicilia, con 11 progetti, e anche in piccoli centri come Comiso e Vittoria.

Lo scrivono i due giornalisti francesi Christian Chesnot e Georges Malbrunot, nel libro-inchiesta in uscita oggi in Francia, Qatar Papers, basato sull’analisi di documenti interni della fondazione relativi ai finanziamenti a sei diversi paesi europei. I beneficiari di tali finanziamenti in Italia, scrive La Stampa, sono in larga misura organizzazioni legate all’ UCOII (Unione delle comunità islamiche d’Italia), i cui forti legami finanziari col Qatar erano d’altronde già stati onestamente ammessi anni addietro dall’ex presidente dell’ organizzazione Izzedin Elzir.

Qatar papers svela la cartografia del proselitismo in Europa condotto dalla Qatar Charity, l’Ong più potente dell’emirato, spiega l’editore. “Con il solo denaro dei fedeli come finanziamento, come farebbero le moschee in Francia a fare a meno del denaro inviato dall’estero?”, si chiedono gli autori.