Il sottosegretario all’Interno Gaetti: “Ottimi spunti dalla legge siciliana sui testimoni di giustizia”

0
41

“La Regione siciliana ha una legge molto accurata relativamente al lavoro dei testimoni, legge che stiamo esportando in altri contesti; oggi sono 49 i testimoni di giustizia in tutta Italia che hanno un lavoro nella pubblica amministrazione. Ma stiamo anche cercando di sistemare la normativa confusa del pregresso con delle norme ponte sulla nuova legge del 2018, siamo alle prese con i decreti attuativi e a breve partiranno i corsi di formazione per i tutor dei testimoni, in pratica sono figure di riferimento per tutti gli adempimenti amministrativi”.

Cosi si è espresso il sottosegretario all’Interno Luigi Gaetti, in visita a Palermo per una serie di incontri sui beni tolti alla criminalità e passati allo Stato, a conclusione di una prima tappa all’Agenzia nazionale dei beni confiscati. “Siamo qui per capire le criticità sui beni confiscati – ha proseguito il sottosegretario – oggi assegneremo 4 appartamenti alla prefettura di Palermo e stiamo lavorando in modo attento anche sul fronte dei testimoni”.

Gaetti: A Palermo vedo una città che sta reagendo

“Ero già stato a Palermo e all’Hotel San Paolo negli anni scorsi, ma ora sto vedendo una città che sta reagendo. Sappiamo che la legalità paga e può dare progetti e innovazioni interessanti rispetto a percorsi del passato che vanno messi all’angolo”. Lo ha detto il sottosegretario all’Interno, Luigi Gaetti, nel corso della conferenza stampa alla prefettura di Palermo sulla consegna di 4 immobili confiscati. “Abbiamo visitato questa mattina l’Hotel San Paolo di Palermo e la clinica Santa Teresa di Bagheria – ha aggiunto Gaetti – e da medico posso dire di aver riscontrato un’ottima qualità delle prestazioni, si sta delineando anche l’assetto societario amministrativo che rende la prospettiva futura del bene di Bagheria interessante”.

“Occorre creare una rete di imprese per dare aiuto reciproco alle aziende confiscate – ha aggiunto il sottosegretario – un po’ come è stato fatto qui a Palermo con l’Hotel San Paolo dove una parte di ristrutturazione è stata realizzata grazie alle sinergie con altre aziende in modo da aiutare chi è già sul mercato”.