In provincia di Palermo destra si ricompatta con FdI, diverse adesioni in pochi giorni

0
161

Nell’ottica di un ricompattamento della destra anche in provincia di Palermo si rafforza Fratelli d’Italia. Arrivano significative adesioni di militanti, dirigenti e amministratori. A Baucina, Arturo Impastato, con una intera sezione di tesserati della Lega; a Bolognetta, l’assessore comunale Vincenzo Sclafani, anche lui ex Lega, come Giuseppe Giambri, volto storico della destra a Caccamo. Dal Movimento Nazionale Sovranità le adesioni dell’avvocato Giuseppe Falanga di Palermo e anche di Francesco Bellino di Godrano.

“Fratelli d’Italia è per noi molto più di un partito, è un sentire comune, è un ritorno alle origini, è per noi un onore ed un impegno che ci vede e vedrà impegnati a fianco di tanti militanti appassionati, dei dirigenti locali e nazionali del partito, che ringraziamo per la fiducia in noi riposta”, spiega Arturo Impastato.

“Dirigenti e amministratori storici, provenienti dalla storia della destra – dice Raoul Russo, coordinatore provinciale a Palermo – aderiscono a Fratelli d’Italia e non possiamo che essere soddisfatti per questi ingressi che testimoniano la salute del nostro movimento e la nostra capacità di riaggregare i vari percorsi della destra italiana. Infine, Raoul Russo annuncia la nomina di Arturo Impastato come componente del coordinamento provinciale e di Vincenzo Sclafani come coordinatore a Bolognetta.

“La crescita di Fratelli d’Italia in provincia di Palermo testimonia la lungimiranza e la concretezza del progetto che Giorgia Meloni ha saputo costruire nel tempo. La coerenza viene premiata e siamo contenti di ritrovare vecchi e nuovi amici, con importante radicamento territoriale – aggiunge Carolina Varchi, deputata nazionale – i nuovi arrivi non potranno che portare linfa vitale nei rispettivi territori e rendere il nostro movimento sempre più rappresentativo della società reale”.