In Sicilia produzione record di energia solare, Pagliaro (Cnr): “Servono una legge e l’istituto regionale”

0
83

Il prezzo dell’elettricità della zona Sicilia del mercato elettrico è più che dimezzato in soli dieci anni: dagli oltre 145 € per MWh del settembre 2008 ai 71,48 € dello scorso ottobre, quando il prezzo è sceso al di sotto del prezzo unico nazionale pari quel mese a 73,93 €.

Una produzione record di elettricità dal sole che nel 2017 ha sfiorato i 2 miliardi di chilowattora, ovvero l’11,2% dell’elettricità consumata in Sicilia l’anno scorso (17,48 miliardi di kWh). Oltre 52 mila impianti fotovoltaici, per una potenza complessiva che al 30 novembre di quest’anno ha superato i 1.389 MW (MegaWatt), e 875 impianti eolici per una potenza elettrica connessa alla rete siciliana che alla stessa data ha superato i 1.828 MW. Una stima, per l’anno che si chiude fra pochi giorni, di circa 20 MW di nuova potenza fotovoltaica installata e di 25 MW per quella eolica.

Accanto a dati e stime aggiornate, il Sicily Solar Report 2018 pubblicato dai team del Cnr guidati da Mario Pagliaro e Francesco Meneguzzo a Palermo e a Firenze contiene notizie e linee guida per rendere concreta la possibilità per i residenti in Sicilia di passare all’energia solare e alle nuove tecnologie dell’energia.

Fra esse, la vicenda dei primi 50 impianti fotovoltaici domestici realizzati nel corso dell’anno in tutta la Sicilia ad un costo “chiavi in mano” di 3mila € grazie ad un nuovo Gruppo di acquisto promosso da un’associazione ambientalista. Il tetto in tegole fotovoltaiche della ex Chiesa di S. Giovanni Battista a Gela. I 48 impianti fotovoltaici su tetto per una potenza complessiva di oltre 100 kW (chilowatt) realizzati a Porto Torres la scorsa estate, in soli 60 giorni, da un’azienda siciliana vincitrice della gara indetta dal Comune per portare gratuitamente ad altrettante famiglie a basso reddito un impianto fotovoltaico con cui dimezzare il costo della bolletta. E i primi 10 autobus elettrici per il trasporto pubblico locale su strada fra pochi giorni a Messina.

“In Sicilia nel 2017 sono stati collegati alla rete 2.823 impianti fotovoltaici”, dice Mario Pagliaro, intervenuto a Palermo nel corso dell’audizione tenuta dalla III Commissione del Parlamento siciliano in merito al nuovo Piano energetico e ambientale della Sicilia“a questo ritmo per solarizzare tutti gli edifici siciliani ci vorrebbero 610 anni”.

“E’ evidente che bisogna accelerare”, aggiunge Pagliaro, nuovo coordinatore del Comitato tecnico scientifico di Legambiente Sicilia, che succede all’architetto Laura Cobello. “Alla Sicilia – sottolinea Pagliaro, 49 anni, chimico al Cnr, uno degli scienziati italiani più citati al mondo nel campo delle nanotecnologie e della bioeconomia – servono una nuova legge regionale sulla generazione distribuita dell’energia dalle fonti rinnovabili e un istituto regionale per l’energia solare che faccia per la comunità siciliana rispetto alla transizione energetica ciò che fece 40 anni fa l’Istituto regionale dei vini di Sicilia per la comunità dei produttori vitivinicoli oggi leader a livello internazionale”.