Incassavano reddito di cittadinanza senza avere i requisiti, due denunce

0
12

La Guardia di Finanza della tenenza di Corleone, nell’ambito dei controlli relativi ai benefici erogati dall’Inps, hanno denunciato all’autorità giudiziaria due cittadini, uno di Corleone ed uno di Castronovo di Sicilia, indebiti percettori del Reddito di Cittadinanza.

Nel primo caso, la persona controllata ammessa al reddito di cittadinanza da aprile 2019, fin dalla data di presentazione della domanda, era convivente con i genitori e quindi parte integrante del medesimo nucleo familiare nonché fiscalmente a loro carico, condizione che preclude l’ottenimento del beneficio. La persona è sottoposto alla misura cautelare della detenzione domiciliare.

Nel secondo caso, invece, da un controllo mirato a verificare il rispetto delle misure preventive relative all’emergenza epidemiologica da COVID-19 in un agriturismo, collegato ad un’azienda agricola locale, è emerso che la donna, nonostante percepisse il reddito di cittadinanza, era intenta a prestare il proprio servizio nella struttura senza aver provveduto ad effettuare la prevista comunicazione di variazione della condizione occupazionale. Le fiamme gialle hanno denunciato i due all’autorità giudiziaria di Termini Imerese.

E’ anche scattata la segnalazione all’Inps competente per territorio, per l’irrogazione della sanzione amministrativa di revoca/decadenza del beneficio nonché per il recupero delle somme indebitamente percepite, ammontanti complessivamente a circa novemila euro.