Indagato il capo dei Gip di Palermo, fiamme gialle anche alla Fondazione Falcone

0
715
operazione vinegar

Indagato il capo dell’ufficio Gip di Palermo Cesare Vincenti. Il magistrato è indagato dalla Procura di Caltanissetta con l’accusa di rivelazione di segreto d’ufficio. Secondo i pm nisseni attraverso Vincenti l’ex patron rosanero calcio Maurizio Zamparini avrebbe appreso che c’era un ordine di arresto pronto.

Il provvedimento a carico di Cesare Vincenti è stato notificata dalla Guardia di finanza di Palermo nell’ufficio del magistrato, sempre oggi le fiamme gialle hanno eseguito una perquisizione nell’abitazione privata del capo dei Gip di Palermo.

Ma non è l’unica novità clamorosa della vicenda giudiziaria che riguarda Maurizio Zamparini. I finanzieri hanno bussato anche alla porta della Fondazione Falcone e acquisito l’elenco delle scuole che, nel 2017, parteciparono alle manifestazioni organizzate nell’aula bunker dell’Ucciardone in occasione dell’anniversario della strage di Capaci.

Il documento è ritenuto importante nell’ambito dell’inchiesta di Caltanissetta sul giudice fallimentare palermitano Giuseppe Sidoti.

Sidoti era nel collegio che respinse l’istanza di fallimento del Palermo calcio ed è accusato di aver pilotato la decisione in cambio di favori. Tra i “benefici” che avrebbe avuto ci sarebbe l’aver chiesto e ottenuto dall’allora presidente rosanero Giovanni Giammarva, genero di Maria Falcone, una raccomandazione per fare entrare la scuola del figlio nell’aula bunker.