Indagine a Bruxelles, Giovanni La Via smentisce il suo coinvolgimento

0
108
forza italia alle europee

Tirato in ballo nell’ambito di una indagine della magistratura belga, l’europarlamentare siciliano Giovanni La Via si difende. La vicenda è stata resa nota dal quotidiano la Repubblica e riguarda un giro di denaro proveniente dalla Romania e riciclato a Bruxelles.

Secondo quanto riportato dall’edizione locale del giornale, sotto la lente degli investigatori ci sarebbe anche un bonifico di 30.000 euro con la causale “rimborso anticipo azionista” sul conto del parlamentare del gruppo di Forza Italia-Ppe.

“Tengo a chiarire, sin da subito e con forza, La mia totale estraneità a qualunque illecito o reato eventualmente commesso da terze persone e su cui la magistratura belga sta indagando” – afferma Giovanni La Via.

“Fornisco io stesso i dettagli dell’operazione – aggiunge – perché sono certo che l’accertamento dimostrerà che il bonifico è perfettamente legittimo in quanto costituisce, come indicato nella stessa causale, una restituzione di quanto da me precedentemente versato per La partecipazione in una società di consulenza. Ribadisco, dunque, La mia totale estraneità a fatti che sono distanti e lontani dalla mia persona e dalla mia attività di parlamentare. Resto, in ogni caso – sottolinea l’eurodeputato – a completa disposizione della magistratura, qualora lo volesse, per chiarire totalmente La mia posizione”.