Jazz, rassegna di giovani stelle dal 3 gennaio al ridotto dello Spasimo

0
36

 

Jazz, rassegna di giovani stelle dal 3 gennaio al ridotto dello Spasimo. Sono giovanissimi ma hanno fatto già sentire l’eco dei propri strumenti nel panorama nazionale.

Sono gli studenti della scuola di musica della Fondazione The Brass Group che, in questo mese di gennaio, avranno la possibilità si esibirsi anche nella loro città, in compagnia dei maestri che li hanno formati.

Tra di loro c’è chi, ad appena undici anni ha già suonato al Parco della Musica di Roma, chi ha vinto prestigiosi premi internazionali e chi ha superato le selezioni per il noto programma Amici. Giovani e meno giovani che hanno come comune denominatore l’amore per il jazz e per il Brass Group. La rassegna, dal titolo “Brass students & teachers”, si svolgerà al ridotto dello Spasimo per tutto il mese di gennaio.

Si inizia martedì 3 gennaio con il Bruna Angelico (nella foto d’apertura) quartet – Feat Claudio Giambruno. Martedì 10 Gennaio è la volta del Gaetano Castiglia (nella foto sopra) quartet.  Gaetano è uno straordinario trombettista di appena 11 anni, studente al 5° anno di tromba classica al Conservatorio V. Bellini e Tromba jazz al Brass Group con Vito Giordano. Di recente ha suonato con la Big Band di Massimo Nunzi all’Auditorium Parco della Musica di Roma.

Martedì 17 Gennaio Alessandro Laura quarte – Feat Vito Giordano. Altro straordinario talento di 11 anni studente al 5° anno di sassofono presso il conservatorio V. Bellini e di Jazz  e vincitore di numerosi premi internazionali. Martedì 24 gennaio si cambia sound con il jazz maniche firmato Butera-Alessi. Un tuffo nella musica che in questi ultimi tempi sta appassionando giovani e meno giovani per i suoi ritmi sfrenati e la ballabili.Mercoledì 31 Gennaio, infine, Carmen Avellone quartet Feat Vito Giordano. Le formazioni vedranno Giuseppe Preiti e Diego Spitaleri al piano, Giuseppe Costa e Davide Inguaggiato al basso, Gianpaolo Terranova, Ruggero Caruso e Paolo Vicari alla batteria.

Tutti i concerti avranno inizio alle 21.35. Il costo del biglietto è di 5 euro. “Iniziamo il nuovo anno all’insegna dei giovani e dei talenti locali – affermano il direttore della scuola di musica Vito Giordano e il presidente del Brass Ignazio Garsia -. E’ grazie alla loro passione che il jazz siciliano potrà ancora far sentire la sua importanza all’estero ed è grazie a loro che anche la Fondazione potrà avere sempre nuova linfa vitale”.