La Lega a Palermo acquisisce Figuccia e perde Elio Ficarra

0
68
lega a palermo

La Lega a Palermo in agitazione dopo l’arrivo del deputato regionale ex Udc Vincenzo Figuccia e della sorella Sabrina, consigliere comunale a Palazzo delle Aquile.

Le new entry hanno evidentemente provocato un contraccolpo, dal momento che prorpio a Sala delle Lapidi Elio Ficarra annuncia la sua fuoriuscita dal gruppo del Carroccio e l’approdo al Misto.

Quello di Ficarra è il secondo addio dopo quello di Marianna Caronia, passata in Forza Italia. Il partito di Salvini in Sicilia scende quindi a due componenti in consiglio: il capogruppo Igor Gelarda e Alessandro Anello.

“La mia decisione è figlia di una scelta che muove i suoi passi da un disagio vissuto all’interno di un partito. Sin dalla mia adesione alla Lega ho dato un contributo di rilievo, in particolar modo nell’ultima campagna elettorale delle europee, dove mi sono speso contribuendo all’ottimo risultato ottenuto dal partito di Salvini su Palermo e provincia”. Lo dice Elio Ficarra, che oggi ha lasciato il gruppo consiliare della Lega a Palazzo delle Aquile, a Palermo. “Aderisco al gruppo misto in quanto reputo che la mia esperienza nella Lega che, comunque, mi ha fatto crescere ancora di più politicamente, è da considerarsi conclusa – sottolinea -. Un progetto che ha perduto i valori e i principi originari che mi avevano spinto a suo tempo ad aderire al partito di Salvini. Prendo un pausa di riflessione, nel gruppo misto potrò svolgere il mio mandato di consigliere comunale e poi decidere la scelta da compiere, in un quadro politico di riferimento di quei valori moderati che da sempre hanno contraddistinto la mia storia politica. Al momento al centro della mia azione politica ci sono Palermo e i palermitani”.