La US Città di Palermo verso il fallimento, possibili guai per i Tuttolomondo

0
123
Us città di palermo

La US Città di Palermo verso il fallimento, guai giudiziari per i Tuttolomondo. La revoca dell’ammissione al concordato preventivo dell’Unione sportiva Città di Palermo, che era stata chiesta e ottenuta da Arkus Network, è sempre più prossima. Questo significa che l’azienda che risulta proprietaria del club di calcio poi dissolto e oggi sostituito da una nuova società, che milita in Serie D, ha commesso gravi scorrettezze, subito rilevate dalla Procura di Palermo e da alcuni dei creditori.

Alcune spese non autorizzate, sono state effettuate dai conti del vecchio club, spese che hanno indotto il giudice delegato Gabriella Giammona a convocare i rappresentanti di Arkus, a cui è stato assegnato un termine strettissimo, una settimana appena, per presentare memorie e controdeduzioni. Un’altra settimana toccherà al pm Andrea Fusco e poi si andrà alla conclusione di questa procedura.

Il fallimento avrebbe gravissime conseguenze personali per gli imprenditori Walter e Salvatore Tuttolomondo, subentrati la scorsa stagione a Maurizio Zamparini; in sede penale, l’eventuale sentenza del tribunale fallimentare significa bancarotta fraudolenta per una serie di soggetti, dallo stesso Zamparini, già sotto processo per altro, a tutti coloro che hanno avuto a che fare, nel tempo, con il maneggio anomalo dei conti di un club in sofferenza da anni e che, dal 2017, è anche nel mirino della Guardia di finanza.