L’Ad Emanuele Facile: “Certo il pagamento degli stipendi, anzi, quasi certo”

0
45
emanuele Facile

Emanuele Facile prova a rassicurare i tifosi, ma non ci riesce. Troppe incognite e troppe opacità dietro le manovre per la cessione della società di viale del Fante. E il 18 scadrà il termine ultimo per il pagamento degli stipendi ai calciatori trascorso il quale, se non verranno corrisposte le spettanze, il Palermo sarà penalizzato di quattro punti in classifica.

“Darei per certo o quasi certo il pagamento degli stipendi” – ha dichiarato in un’intervista rilasciata a Trm, Facile. Sul “quasi” si fondano tutte le preoccupazioni dei tifosi rosanero e degli stessi giocatori che temono di subire una penalizzazione che renderebbe ancora più difficile il cammino verso la promozione.

A due giorni dallo scontro diretto contro la capolista Brescia, si parla delle vicende societarie più che del match con le rondinelle. Saltata la trattativa con Follieri (“E’ stato senz’altro un soggetto che ha mostrato molto interesse verso il Palermo e se non altro per questo va rispettato”), l’amministratore delegato prova a spiegare qual è la situazione attuale.

“Quello che ho fatto e sto facendo è sottoporre agli azionisti delle soluzioni, dando priorità alla continuità della società, al pagamento delle prime scadenze tra cui gli stipendi e anche la definizione di un assetto futuro che sia il più solido possibile per il medio-termine. Il direttore Foschi – spiega Emanuele Facile – è molto coinvolto nella ricerca di una soluzione interna, ovvero che non preveda una cessione a titolo definitivo del club, punto fermo però è che l’attuale proprietà ha tutto l’interesse a disimpegnarsi”.

Quindi dopo neanche due mesi gli inglesi vogliono lasciare il club che hanno rilevato da Maurizio Zamparini che, intanto, tramite i suoi legali, lancia messaggi che Facile non condivide.

“Ci sono molti soggetti che in questa fase pubblicano comunicati o fanno dichiarazioni che aumentano la complessità o la percezione della complessità della situazione verso chiunque si approcci nei confronti del Palermo per acquisire la società. Si continuano ad avere dei dubbi sul proprietario – conclude l’ad rosanero -, ma ormai dal punto di vista giuridico mi sembra tutto chiaro da questo punto di vista”.