Lampedusa, il sindaco Martello: “Per centro migranti intervenga ministro”

0
7

“Oggi a Lampedusa è accaduto un episodio grave. Premetto che da quando è iniziata l’emergenza Covid sono stati effettuati diversi interventi di adeguamento nel Centro di accoglienza e sono state ripristinate le recinzioni esterne di sicurezza, tanto è vero che anche quando in questi giorni il Centro ha ospitato più di 1.500 persone, nessun migrante è uscito autonomamente dalla struttura. Cosa è successo oggi? È successo che proprio in concomitanza con la presenza a Lampedusa di alcuni esponenti della Lega e del presidente della commissione bicamerale Schengen, due migranti si sono allontanati dal Centro ed hanno percorso alcune centinaia di metri, senza comunque avere alcun contatto diretto con i nostri concittadini. È stato un caso che questo episodio sia accaduto proprio oggi?”. Lo dice in una nota il sindaco di Lampedusa, Totò Martello.

“È opportuno ribadire che l’amministrazione comunale di Lampedusa non ha alcuna competenza rispetto alla gestione del Centro di accoglienza: chiedo dunque l’intervento immediato del ministro dell’Interno Luciana Lamorgese e chiedo al ministro di valutare eventuali provvedimenti nei confronti del responsabile della sicurezza del Centro – prosegue -. Si stanno compiendo sforzi enormi per mantenere sotto controllo la situazione e per garantire, nell’interesse della cittadinanza e degli stessi migranti, che gli ospiti del Centro siano costantemente monitorati e non vi sia alcun contatto con la popolazione locale nel rispetto delle norme sanitarie Covid. Quello che è accaduto oggi è inaccettabile e non deve più: ripetersi: nessuno ha il diritto di speculare sulla salute delle persone e sull’immagine di Lampedusa, in nome di una insopportabile propaganda da campagna elettorale permanente”.