L’avvocato Augusto Sinagra racconta il processo al fianco di Licio Gelli

0
18
augusto sinagra

Augusto Sinagra racconta la vicenda che ha legato la sue esperienza professionale alla sorte di Licio Gelli. L’avvocato siciliano con il suo libro “Ho difeso Licio Gelli” (Altaforte Edizioni, euro 18.00), ripercorre la storia vera, circostanziata, suffragata da riscontri documentali e storici, di un uomo, un avvocato, finito alla sbarra per aver difeso Licio Gelli, “venerabile” maestro della loggia massonica Propaganda 2.

Ricordi, emozioni ed una sempre signorile celata sofferenza, sono contrapposti al decreto di condanna aprioristica emesso da alcuni servitori dello Stato, giornalisti e politici mossi, secondo l’autore, esclusivamente dal pregiudizio.

Una storia, vista da un avvocato di grande esperienza, di vite segnate, quando non spezzate, non già perché protagoniste di atti delittuosi o illegale, ma per essersi trovate nel posto sbagliato al momento sbagliato.
Questo libro non è l’elogio dell’ingenuità, ma un fragoroso richiamo a chi, per ruolo e status, è chiamato a vigilare sul rispetto dei principi giuridici che fanno grande una nazione.

Augusto Sinagra, nato a Catania il 18 agosto 1941. Dal 1965 al 1980 è stato magistrato ordinario. Dal 1980 fino al 2013 è stato professore ordinario di diritto internazionale, prima, e diritto dell’Unione Europea, dopo, presso l’università “Sapienza” di Roma.

Ha tenuto corsi in molte università straniere. Dal 1999 è direttore della Rivista della Cooperazione Giuridica Internazionale. È autore di 201 pubblicazioni, tra cui diverse monografie tra le quali si segnalano “Sovranità contesa” (Giuffré, Milano, 1999), “Diritto e Giustizia, Ragione e Sentimento” (Aracne, Roma, 2004) e la seconda edizione del manuale “Lezioni di diritto internazionale” (Giuffré, Milano, 2016) di cui è coautore con il prof. Paolo Bargiacchi.