Lecce-Palermo 1 a 2, Stellone rischia, Nestorovski e Puscas gli danno ragione

0
39
Roberto Stellone

Lecce-Palermo 1 a 2, i rosanero espugnano il “Via del mare” con una partita vigorosa. Merito del risultato va attribuito senz’altro al coraggio di Roberto Stellone, che a pochi minuti dalla fine, con le due squadre in parità, ha gettato nella mischia due attaccanti come Trajkovski e Puscas.

Il Palermo ha inflitto ai salentini la prima sconfitta interna stagionale. La partita è stata molto bella, in larga parte dominata dall’undici di Stellone che, alla fine, ha vinto con merito.

Prima occasione da gol per il Lecce allenato dall’ex rosa Liverani, al 14′: su angolo calciato da Mancosu, Marino con un colpo di testa sfiora il vantaggio. Pronta la replica dei rosanero: al 16′, a conclusione di una mischia, manca il gol con Moreo. Poi, al 18′, Mazzotta, tutto solo a pochi passi da Vigorito, fallisce una facilissima occasione.

Dopo una decina di minuti di dominio territoriale, il Palermo passa in vantaggio al 29′ con Nestoroskj. Moreo con una caparbia azione personale squarcia la difesa giallorossa, la sfera, dopo un rimpallo fortuito, giunge sul sinistro del bomber macedone che con una conclusione impeccabile appena dentro l’area batte l’incolpevole Vigorito.

Punto nell’orgoglio, il Lecce reagisce, manca il pareggio con La Mantia (al 32′) e poi batte Brignoli al 37′, con un super gol di Tabanelli, che spedisce in fondo alla rete un bolide di destro al volo.

lecce-palermoRipresa vivace e ricca di emozioni. Il Lecce fallisce il 2-1, all’8′, con La Mantia. La partita perde ritmo, il Palermo sembra sonnecchiare e le due squadre si controllano a vicenda. Ma a metà del secondo tempo Stellone cambia l’inerzia della partita e manda in campo  Trajkovski e Puscas (nella foto) per un Palermo a trazione anteriore. Tre minuti e quest’ultimo trova il gol del vantaggio, depositando in rete il pallone che si ritrova sui piedi dopo un contatto al limite del rigore tra Meccariello e Trajkovski. Lecce-Palermo va in archivio con la seconda vittoria consecutiva per i rosanero.

LECCE (4-3-1-2): Vigorito 6; Venuti 5.5, Marino 5.5, Meccariello 5.5, Calderoni 5.5; Scavone 5.5 (45′ st Dubickas sv), Petriccione 5.5, Tabanelli 6.5; Mancosu 6 (38′ st Haye sv); La Mantia 5.5 (38′ st Pettinari sv), Palombi 5.5. In panchina: Bleve, Cosenza, Lepore, Torromino, Tsonev, Fiamozzi, Armellino, Arrigoni. Allenatore: Liverani 5.5.

PALERMO (3-4-1-2): Brignoli 6.5; Bellusci 6.5, Struna 6, Rajkovic 6; Rispoli 6 (37′ st Puscas 7), Murawski 6, Jajalo 6, Mazzotta 6 (19′ st Aleesami 6); Falletti 6.5; Nestorovski 6.5, Moreo 6.5 (26′ st Trajkovski 6). In panchina: Avogadri, Pomini, Accardi, Salvi, Szyminski, Pirrello, Fiordilino, Haas. Allenatore: Stellone 7.

ARBITRO: Volpi di Arezzo 6. RETI: 29′ pt Nestorosky, 37′ pt Tabanelli; 39′ st Puscas.

NOTE: serata mite; manto erboso in buone condizioni. Spettatori 12.700 circa. Ammoniti: Mazzotta, Jajalo, Brignoli, Nestorovski, La Mantia. Angoli: 6-3 per il Lecce. Recupero: 0′; 4′.(Tabellino a cura dell’Agenzia ITALPRESS)