Lega a Palermo, Vozza smentisce i vertici regionali: “Resto al mio posto”

0
35
lega in sicilia

Non si chiarisce ancora il quadro della Lega a Palermo. Dopo il commissariamento del partito nel Capoluogo con Salvino Caputo, deciso dal commissario regionale Alessandro Pagano, torna a farsi sentire il referente provinciale Francesco Vozza.

“Resto al mio posto e non vado da nessuna parte” – afferma in una nota  Vozza -. Nel pieno del mio ruolo di referente provinciale – puntualizza – modererò una conferenza pubblica di Noi con Salvini che si svolgerà sabato prossimo, alle 16.30, presso ‘Ai Cavalieri Hotel'”. Una dichiarazione che smentisce in pieno la scelta di affidare la guida del movimento a Caputo fatta da Alessandro Pagano.

All’incontro con i giornalisti annunciato da Vozza parteciperanno Lorenzo Fontana, vicesegretario federale della Lega; Angelo Attaguile, segretario nazionale di Noi con Salvini, Magdi Cristiano Allam, giornalista e scrittore, Gaetano Armao, docente universitario e candidato governatore del Movimento nazionale siciliano e Alessandro Pagano, coordinatore della Sicilia occidentale del movimento Noi con Salvini.

Leggendo oltre il comunicato, quindi, appare chiaro che in queste ore si sta giocando una partita tutta interna alla Lega per definire gli equilibri in Sicilia. La nomina di Caputo, infatti, ha fatto esplodere la polemica e, secondo fonti bene informate, non sono escluse clamorose evoluzioni sia sul recente commissariamento di Palermo, sia sulla scelta del candidato sindaco.