Lega: il ragusano Nino Minardo alla guida del Carroccio in Sicilia

0
141

Nino Minardo, 42 anni, di Modica, volto note e forte della politica iblea, è il nuovo segretario regionale della Lega al posto di Stefano Candiani. Il leader Matteo Salvini lo aveva promesso e lo ha fatto: la Lega vuol ripartire dai territori e dunque cambia tutti gli otto responsabili regionali. In Sicilia c’è Nino Minardo, deputato nazionale, eletto nel 2018 in Forza Italia, dopo un’esperienza in Alternativa Popolare con Angelino Alfano e con un passato del Popolo delle Libertà. Minardo ha aderito alla Lega proprio nel dicembre dell’anno scorso.

“Questa nomina mi inorgoglisce – afferma Nino Minardo – ringrazio il mio segretario nazionale, Matteo Salvini, per la fiducia che ha mostrato con la sua scelta e per questa grande responsabilità che mi affida, chiamandomi ad un incarico di enorme prestigio. E ringrazio di cuore, il senatore Stefano Candiani per tutto quello che ha fatto, fa e farà per la Sicilia e per come si è speso, da vero siciliano, per la nostra gente”. “Il nostro – continua il nuovo responsabile regionale – sarà un lavoro di squadra a fianco dei militanti, dei dirigenti regionali, dei sindaci siciliani della Lega, di tutti i commissari provinciali del nostro partito nell’Isola, della rappresentanza parlamentare e di governo a Palermo, a Roma, a Bruxelles e del componente della segreteria nazionale della Lega Fabio Cantarella”. Per Minardo l’obiettivo della Lega in Sicilia sarà quello di “essere il volano del centrodestra siciliano, il traino dell’affermazione del centrodestra in Sicilia”.

“Ringrazio tutti i responsabili regionali uscenti, che hanno contribuito alla crescita della Lega da Nord a Sud, con centinaia di nuove sedi aperte e più di 100mila tesserati in tutta Italia. Numeri mai raggiunti prima. Nell’ottica di fare sempre di più e sempre meglio, come annunciato da mesi è necessario un rinnovo degli incarichi: buon lavoro ai nuovi coordinatori. L’ambizione è avere un partito sempre più inclusivo e radicato, pronto per aiutare famiglie e imprese dopo un anno drammatico. Tutti i segretari uscenti, anche grazie all’esperienza maturata, saranno chiamati a svolgere altri importanti incarichi”, commenta il segretario Matteo Salvini.

Oltre a Nino Minardo per la Sicilia, in Alto Adige Giuliano Vettorato raccoglie il testimone di Maurizio Bosatra, in Friuli Venezia Giulia Marco Dreosto dopo Massimiliano Fedriga, nel Lazio Claudio Durigon dopo Francesco Zicchieri, in Puglia Roberto Marti dopo Luigi D’Eramo, in Sicilia Nino Minardo dopo Stefano Candiani, in Toscana Mario Lolini dopo Daniele Belotti, in Trentino Diego Binelli dopo Mirko Bisesti, in Veneto Alberto Stefani dopo Lorenzo Fontana.

“Accogliamo con grande gioia la scelta di Matteo Salvini di nominare Nino Minardo nuovo responsabile regionale della Lega in Sicilia. Una persona di grande esperienza e con un’ottima visione della politica siciliana. Fin dal primo momento ottimi sono stati i rapporti politici e personali, e siamo sicuri che con lui la lega crescerà rapidamente. Un saluto affettuoso va al senatore Candiani, che resterà sempre nel nostro cuore e al quale dobbiamo la nascita della Lega in Sicilia”. Lo dicono Igor Gelarda capogruppo della Lega e responsabile regionale dei dipartimenti, Fabio Sciascia consigliere comunale della Lega di Termini Imerese, Maria Pitarresi consigliere Lega della I circoscrizione a Palermo, Elisabetta Luparello responsabile provinciale giovani, Vito Lanza, Giuseppe Romanotto commissario della Lega a Monreale, Nino Corso responsabile della Lega di Termini Imerese, Giusto lo Franco commissario della lega di Misilmeri, Totò Cappadonia commissario della Lega a Cerda, Nino Amato commissario della Lega a Carini, Domenico Costanzo commissario della lega di Capaci, Vincenzo Termotto commissario della lega di Collesano, Fabio La Bianca, responsabile Social della provincia di Palermo, Olivia La Bianca.