Lo stato maggiore di #DiventeràBellissima replica a Miccichè: “Non sacrificare la Sicilia per equilibri nazionali”

0
15

La risposta alle affermazioni Gianfranco Miccichè https://www.ilsitodisicilia.it/micciche-non-vuole-un-fascista-a-palazzo-dorleans-scaricato-nello-musumeci/ non si fa attendere da parte dello stato maggiore di #DiventeràBellissima, il movimento civico di Nello Musumeci. “La Sicilia viene prima di tutto, non possiamo sacrificare la Sicilia per ragioni di equilibrio politico nazionale. Siamo ad un passo da un accordo che a molti non piace, ma che renderebbe per la prima volta la Sicilia non più a traino, ma locomotiva e protagonista della politica nazionale”, dicono Giusi Savarino, Ruggero Razza, Alessandro Aricò, coordinatori regionali di #Diventera’Bellissima,

“In questi mesi – aggiungono i tre rappresentanti del movimento di Nello Musumeci, candidato presidente della Regione siciliana, sostenuto da FdI, impegnato nello sforzo per la ricomposizione del centro-destra nell’Isola – si è fatta strategia, tecnicismo, ma noi vogliamo parlare delle cose da fare in Sicilia e per la Sicilia. E su questo sì che siamo disposti ad aprire il confronto con chiunque. Siamo noi a proporre un progetto di rinascita della Sicilia a chiunque voglia essere protagonista di un cambiamento per questa terra”.

Le forze alternative a Crocetta e al Pd, concludono, “non possono restare sorde a questo appello. Non ce ne saranno altri. Noi andiamo avanti, dopo la finta rivoluzione abbiamo il dovere di dare certezze ai siciliani. Non si può aspettare, siamo ad un paio di mesi da elezioni che segneranno o una svolta o il fallimento della Sicilia, chi si defila ora si assume la responsabilità del fallimento”. (Foto BlogSicilia)