Longi: il sindaco Antonino Fabio decaduto, il fratello guida la banca tesoreria del Comune

0
80

Il sindaco di Longi, in provincia di Messina, Antonino Fabio è stato dichiarato decaduto dal Tribunale di Patti perché ineleggibile. Il fratello, come ricostruisce la Gazzetta del Sud, guida la locale Bcc Valle del Fitalia che gestisce anche la tesoreria del Comune, spiegano i giudici, e questa è una delle cause di ineleggibilità previste dall’ordinamento degli enti locali.

Al Tribunale si era rivolto il candidato sconfitto, Antonino Miceli, che perse la competizione elettorale del giugno 2017 per appena 61 preferenze. Il collegio del Tribunale di Patti ha rilevato come il sindaco Antonino Fabio non abbia “tempestivamente provveduto a rimuovere la causa di incompatibilità, che pacificamente tuttora persiste”, rigettando l’eccezione del primo cittadino secondo cui si sarebbe dovuta applicare la deroga prevista per la natura “a mutualità prevalente” dell’istituto di credito presieduto dal fratello.

Il Comune sarà retto temporaneamente dal vice sindaco Davide Calcò in attesa delle determinazioni del prefetto e dell’eventuale appello da parte del sindaco decaduto. (ANSA)