Il M5S contro Musumeci: “Governo alla frutta, si vada di nuovo al voto”

0
48
musumeci

Attacco dei Cinquestelle al governo Musumeci. Prendendo spunto dalle dichiarazioni sul percorso della legislatura che ieri il presidente della Regione ha rilasciato ai giornalisti, la capogruppo grillina di Sala d’Ercole è partita lancia in resta.

“Le dichiarazioni di Musumeci suonano come una dichiarazione di resa e delineano una legislatura già al capolinea, una maggioranza a pezzi, ormai inesistente e un presidente non piu’ in grado di governare la situazione. A questo punto – spiega il capogruppo all’Ars, Valentina Zafarana – si apre solo una strada: mettere in sicurezza i conti della Regione con una manovra base che si occupi di alcuni impegni prioritari e indifferibili, risorse ai Comuni e politiche di aiuto ai disabili, poi il parlamento scriva una legge elettorale che dia governabilità a chi vince e si torni al voto entro l’anno. Le riforme sono cosa da governo in salute, non possono avviarsi le riforme senza una solida base programmatica sulla quale costruire e questo governo – conclude la capogruppo M5S – ha già dimostrato di non aver nessuna di queste caratteristiche”.

In realtà Nello Musumeci non aveva affatto suonato il “de profundis” per la sua maggioranza, ma semplicemente spiegato che la priorità del governo non era la sua esistenza in vita ma la capacità di cambiare la Sicilia.

 Un governo delle riforme con quattro-cinque priorità tra cui la modifica della legge elettorale “poi se si vuole si può discutere di andare a votare, perché io non sono attaccato allo sgabello, sono il presidente della semina e non della raccolta” – aveva detto ieri il governatore siciliano.