Mafia, condanna definitiva: Mercadante si consegna in carcere

0
6

Si è consegnato questa mattina al carcere di Pagliarelli Giovanni Mercadante, l’ex parlamentare di Forza Italia condannato a 10 anni e 8 mesi di reclusione per associazione mafiosa. Con la sentenza emessa ieri dalla Corte di Cassazione la pena diventa definitiva e l’ex politico dovrà scontarla in cella. 

Si chiude così una lunga vicenda giudiziaria cominciata con l’arresto nel giugno del 2006. Parente del boss mafioso Tommaso Cannella, già indagato in passato, Mercadante era finito in manette alla luce di alcune dichiarazioni di collaboratori di giustizia e dei summit con capomafia del calibro di Nino Rotolo intercettati dagli investigatori e durante i quali si faceva spesso riferimento a lui: secondo l’accusa sarebbe stato a disposizione di Cosa Nostra sia come medico che come politico. In particolare il radiologo avrebbe eseguito visite ed esami per boss anche latitanti e secondo il pentito Nino Giuffrè sarebbe stato molto vicino all’allora superlatitante Bernardo Provenzano.

Condannato in primo grado, Mercadante era stato assolto in appello ma la Cassazione aveva annullato il processo con rinvio. Adesso arriva l’ultima sentenza, ed è quella definitiva.