Mafia, Corte d’Appello di Caltanissetta respinge richiesta revisione per Marcello Dell’Utri

0
45

La Corte di Appello di Caltanissetta ha respinto la richiesta di revisione presentata da Marcello Dell’Utri, condannato a sette anni per concorso in associazione mafiosa. Respinta anche l’istanza di sospensione dell’esecuzione della pena avanzata dalla stessa procura generale di Caltanissetta.

L’ex senatore di Forza Italia non avrà un nuovo processo e resterà in carcere. La richiesta di revisione era stata presentata dai suoi legali, Francesco Centonze e Tullio Padovani, a seguito della sentenza della Corte Europea dei diritti dell’uomo che aveva condannato l’Italia per aver condannato ingiustamente l’ex numero due del Sisde Bruno Contrada. Secondo i giudici del Cedu, all’epoca dei fatti, il reato contestato, concorso esterno in associazione mafiosa, non era sufficientemente tipizzato e quindi il processo sarebbe stato illegittimo.

La sentenza della Corte europea è stata recepita dalla Corte di Cassazione e ha portato alla revoca della condanna per Contrada. La pronuncia di Strasburgo, a luglio scorso, dopo una lunga battaglia giudiziaria, e’ stata “recepita” dalla Cassazione che ha revocato la condanna del funzionario di polizia. Per i legali di Dell’Utri, i due casi sarebbero analoghi ma la richiesta di revisione era stata già respinta a Palermo e ora anche a Caltanissetta. (AdnKronos)