Mafia e droga nel Palermitano, due arresti eseguiti dai carabinieri della Compagnia di Partinico

0
22
mafia e droga

Mafia e droga, due arresti nel Palermitano. I carabinieri della Compagnia di Partinico hanno arrestato due persone, Alfonso Scalici, di Balestrate, accusato di associazione mafiosa, acquisto per lo spaccio di cocaina ed estorsione e Maurizio Conigliaro, di Palermo, che risponde solo del reato di droga.

E’ stata documentata l’appartenenza di Scalici alla famiglia mafiosa di Balestrate (inquadrata nel mandamento di Partinico), anche sulla base delle dichiarazioni rese nel gennaio 2019 da Filippo Bisconti, divenuto collaboratore di giustizia dopo l’arresto del dicembre 2018 nell’ambito dell’operazione antimafia “Cupola 2.0”. Per gestire i suoi affari era pronto a uccidere anche i debitori con cui aveva chiuso affari per la vendita di droga.

Violente, infatti, erano le modalità con cui Scalici recuperava le somme di denaro di cui gli erano debitori vari acquirenti di stupefacente, nonché per la gestione di rapporti di affari. In particolare, programmava un’agguato per uccidere o gambizzare un ragazzo mazarese debitore nei confronti di Scalici e di suoi fornitori palermitani – tra i quali Conigliaro – della somma di 45 mila euro per la vendita di un chilo di cocaina avvenuta due anni fa.

Scalici intendeva avvalersi, oltre che di Conigliaro, anche di un altro pregiudicato palermitano, richiedendo un’autorizzazione a persone vicine al mandamento di Mazara del Vallo.

Emersi indizi anche in relazione all’organizzazione della turbata libertà degli incanti nel bando di gara che il comune di Balestrate indirà prossimamente per la gestione della locale villa comunale, a una richiesta estorsiva ai danni di un cittadino balestratese, e alla programmazione del furto di un automezzo a un imprenditore di Borgetto del settore vinicolo, con la collaborazione di pregiudicati contigui al mandamento di Palermo Porta Nuova.