Mafia: il pm chiede il blocco della restituzione dei beni agli imprenditori Niceta

0
55
imprenditori Niceta

Il decreto di 95 pagine contiene numerosi spunti per affermare che gli imprenditori Niceta e il loro patrimonio non sono immuni dal contagio di Cosa nostra: per questo motivo il pm Pierangelo Padova fa appello contro la restituzione dei beni (valutati 55 milioni all’epoca del sequestro, dieci volte di meno oggi) ai titolari di catene di negozi di abbigliamento che si trovavano in tutta la Sicilia.

La proposta di applicazione della misura di prevenzione personale e patrimoniale era stata rigettata dal tribunale dopo un sequestro durato quattro anni e mezzo. Nel proporre l’annullamento del provvedimento del Tribunale favorevole ai “prevenuti”, il pm Padova chiede alla Corte d’appello di fermare la materiale restituzione di beni, provvedimento ritenuto ammissibile dal nostro ordinamento. I giudici decideranno entro i prossimi dieci giorni. (AGI)