Mafia, la Dia confisca beni per 1,5 milioni a imprenditore di Catania

0
3

Beni per un valore di circa 1,5 milioni di euro sono stati confiscati dalla Dia di Catania nei confronti dell’imprenditore Vincenzo Salvatore Rapisarda su provvedimento emesso dalla Sezione Misure di prevenzione del Tribunale etneo. L’imprenditore era stato arrestato nel 2015 nell’ambito dell’operazione “En plein” della Dda di Catania.

Nel gennaio del 2016 era stato destinatario di un’altra ordinanza nell’ambito dell’operazione “Vicerè”, con l’accusa di associazione mafiosa e rivelazione di segreti d’ufficio nei confronti di 108 appartenenti al clan Laudani. La confisca eseguita dalla Dia riguarda una società e quote di partecipazione di aziende attive nel settore dell’autotrasporto e disponibilità finanziarie.