Mafia, maxi blitz nell’Agrigentino con 56 arresti: in manette anche il sindaco di San Biagio Platani

0
46

I Carabinieri del Comando Provinciale di Agrigento hanno eseguito 56 ordinanze di custodia cautelare nei confronti dei vertici dei mandamenti e delle famiglie di “Cosa Nostra” dell’Agrigentino.

L’imponente blitz, ordinato dalla Dda di Palermo, con il nome in codice di “Operazione Montagna” è stato eseguito da 400 militari supportati da un elicottero della Squadra Elitrasporto Cacciatori di Sicilia e da unità cinofile, e ha disarticolato i mandamenti di Santa Elisabetta e Sciacca e 16 famiglie mafiose della provincia.

Arrestato per concorso esterno in associazione mafiosa anche il sindaco di San Biagio Platani perché sarebbero stati dimostrati stretti collegamenti con i vertici delle cosche di quasi tutta la Sicilia e delle ‘ndrine calabresi.

Gli arrestati avrebbero compiuto estorsioni nei confronti di 27 aziende oltre ad essere ritenuti colpevoli di traffico di droga. Pizzo veniva inoltre chiesto anche a cooperative di gestione di immigrati e richiedenti asilo. Sette le società sequestrate. Decine le perquisizioni ancora in corso. I particolari dell’operazione verranno illustrati nel corso di una conferenza stampa alle 11,30 presso la Dda di Palermo, alla presenza del procuratore Francesco Lo Voi e del procuratore aggiunto Paolo Guido.