Mafia: sequestrati beni a presunto boss nel Palermitano

0
27
picchia la mamma

I carabinieri a Monreale hanno sequestrato beni per circa mezzo milione di euro a Salvatore Mulè di 40 anni di San Giuseppe Jato. Il provvedimento è della Sezione misure di prevenzione del Tribunale di Palermo. Le indagini sono state coordinate dal procuratore aggiunto Bernardo Petralia. Salvatore Mulè è stato arrestato nell’operazione Nuovo Mandamento l’8 aprile del 2013.

E’ ritenuto il reggente della famiglia mafiosa di San Giuseppe Jato. Oggi si trova al 41 bis dopo una condanna a 18 anni in primo grado per associazione mafiosa, estorsioni, furti di bestiame, produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti. Sulla base di un processo indiziario partito da quelle indagini sono stati sequestrati una villetta, un magazzino, n appezzamento di terreno a San Cipirello, un’azienda individuale nel settore zootecnico, otto rapporti bancari e finanziari, cinque autovetture. Beni riconducibili a Mule’, alla moglie e al figlio.