Maltempo, Palermo in tilt: chiusa per crolli anche un’ala del centro commerciale Forum

0
19

(ph igor petyx) Allagamenti, strade bloccate, treni fermi e ritardi nei collegamenti aerei. Palermo praticamente in tilt per tutta la mattina: sta provocando danni e disagi enormi l’ondata di maltempo (ampiamente prevista dai meteorologi) che da questa notte ha colpito il versante nord occidentale della Sicilia. 

A fare le spese di temporali e nubifragi sono stati prima di tutto gli automobilisti: numerosi i sottopassi e le strade allagate, da Mondello a Viale Regione Siciliana e fino a Romagnolo. Lungo la circonvallazione l’acqua ha invaso tutti i sottopassi, rendendoli nella maggior parte dei casi impraticabili e causando pesanti ripercussioni sul traffico nelle zone limitrofe. La zona più colpita è quella di viale Michelangelo, che si è trasformata in un vero e proprio fiume d’acqua, ma la stessa cosa si è verificata in diverse altre zone dove il sistema fognario e i tombini non hanno retto all’acqua. Critica anche la situazione in via Imera e in via Colonna Rotta: qui due automobilisti sono stati soccorsi e liberati da vigili del fuoco, vigili urbani e polizia. Altre auto sono rimaste intrappolate in via Messina Marine. 

Momenti di panico anche al centro commerciale Forum di Brancaccio, frequentato ogni giorno da migliaia di persone e oggi, come ogni domenica, particolarmente affollato: a causa di infiltrazioni d’acqua dal tetto, provocate dalla pioggia battente, alcuni pannelli del contro-soffitto di un gruppo di negozi si sono staccati, finendo addosso a una cliente che è stata soccorsa dal personale del 118 e dagli agenti di polizia; per la paura la donna è svenuta ma le sue condizioni non sono gravi. I vigili del fuoco hanno consigliato di chiudere la parte dell’esercizio commerciale danneggiata. 

Paura anche nella nuovissima chiesa di San Basilio in via Paruta a Palermo, dove il parroco don Giuseppe Di Giovanni ha deciso di chiudere i battenti a causa di infiltrazioni d’acqua dalla cupola. L’acqua ha allagato le navate e i fedeli sono stati invitati a uscire: “Abbiamo celebrato la messa nei locali dell’oratorio – ha detto il parroco – e ora attendiamo la perizia dei vigili del fuoco”.

Gravi disagi anche sul fronte dei collegamenti, a cominciare da quelli ferroviari: nella stazione di Roccapalumba, nel Palermitano, si è allagata la sede dei binari e si sono verificati gravi danni ai sistemi di gestione per la circolazione dei treni. Dalle 9.45 alle 11.45 è stata sospesa la circolazione ferroviaria, con conseguenti ritardi, in alcuni casi pesanti, sulla linea Palermo – Caltanissetta – Catania. Le squadre tecniche di Rete Ferroviaria Italiana sono al lavoro ma la circolazione non potrà essere ripristinata se non dalla tarda serata. Disagi anche sulla linea Palermo-Punta Raisi: l’allagamento dei binari nella stazione di San Lorenzo Colli ha provocato ritardi di circa un’ora per sei treni regionali.  

Va male anche sul fronte del traffico aereo: fin da ieri sera il maltempo ha causato ritardi e cancellazioni di voli in arrivo al Falcone e Borsellino e alcuni altri voli sono stati dirottati su Catania.