Maltempo: vento fortissimo e alberi spezzati sulle auto parcheggiate, danni e disagi

0
30

Notte di disagi per la pioggia intensa e il vento forte a Palermo e in provincia con numerosi danni, per fortuna senza feriti. Oltre un centinaio gli interventi dei vigili del fuoco per alberi spezzati, alcuni caduti sulle auto in sosta, ma anche pensiline, cartelloni, vasi e altri arredi urbani volati via.

A San Martino della Scale, frazione di Monreale, si è verificato un black out per la caduta di alcuni alberi sui cavi dell’elettricità. Per oggi, proprio a causa dei forti venti, la Protezione Civile ha diramato allerta meteo gialla per la Sicilia settentrionale fino a mezzanotte. A causa del forte vento, il Comune ha deciso di lasciare chiusi i giardini e le ville comunali.

“Disastro ambientale” nel mare di San Leone, ad Agrigento. A lanciare l’allarme è l’associazione ambientalista Mareamico dopo che la notte scorsa il maltempo ha rotto un tubo delle fognature le cui acque si stanno riversando nel mare agrigentino. “Sono anni che Mareamico denuncia il potenziale pericolo che insiste a San Leone, per via delle fognature sballottate dalle onde del mare – afferma l’associazione – Questa notte c’è stato l’epilogo: si è rotto il tubo e le fogne di tutta San Leone stanno finendo in mare” Mareamico presenterà una denuncia nei confronti dell’Ati che, sottolineano, “ha bocciato il progetto di Girgenti Acque per mettere in sicurezza questa condotta fognaria e che avrebbe impedito il conseguente disastro ambientale che si sta consumando”.

La strada statale 115 “Sud Occidentale Sicula” è provvisoriamente chiusa, in entrambe le direzioni, dal km 280,000 al km 285,000, in corrispondenza di Acate, in provincia di Ragusa, per l’allagamento della carreggiata a seguito dello straripamento del fiume Dirillo. Lo rende noto l’Anas. Il traffico è deviato su percorsi alternativi: per chi proviene da Gela – spiega una nota dell’azienda stradale – direzione Vittoria uscita obbligatoria su SP31; per chi proviene da Vittoria direzione Gela uscita obbligatoria presso la SP1. Il personale dell’Anas e le forze dell’ordine sono sul posto per ripristinare la viabilità appena possibile.

Si è svolta stamattina una riunione in Prefettura, convocata dal Prefetto Antonella De Miro, in relazione all’ondata di maltempo che ha interessato la provincia di Palermo – in particolare nell’area del Capoluogo – nella quale si sono registrate forti raffiche di vento, con caduta di alberi e pali dell’illuminazione pubblica e dei servizi telefonici.

All’incontro hanno preso parte rappresentanti della Questura, del Comando Provinciale dell’Arma dei Carabinieri, dei Vigili del Fuoco, dell’Anas e dell’Enel. Allo stato non si segnalano danni a persone o aree isolate. Nel corso della riunione, finalizzata ad una ricognizione della situazione, è emerso che la principale criticità ha riguardato l’interruzione di energia elettrica nella zona di Piano dei Geli in frazione San Martino delle Scale, dove è in corso, da ore, l’opera di ripristino del servizio a cura di personale dell’Enel, con il supporto dei Vigili del Fuoco, dell’Arma dei Carabinieri e, per la viabilità lungo la S.P. 57, in raccordo con il Comune di Monreale. E’ in corso anche l’intervento di Telecom nel Comune di Contessa Entellina, per il ripristino di alcuni pali danneggiati. Non si segnalano particolari emergenze viarie, fatta eccezione per la S.S. 624 (Palermo-Sciacca), in relazione alla quale e’ in corso un intervento dell’Anas.