Marsala, duecento visitatori avvisano del loro arrivo ma trovano il Museo chiuso

0
31

 

Avevano avvisato il Museo della loro visita ma, al loro arrivo, circa 200 persone trovano il portone chiuso. A raccontare, con una nota, la vicenda avvenuta domenica pomeriggio al Museo Baglio Anselmi di Marsala è l’associazione SIciliAntica. 

Secondo il racconto circa 130 soci dell’associazione che stavano concludendo un corso di archeologia Fenicio-Punica, e due pullman di turisti inglesi, avevano informato  la struttura della loro visita anche se erano stati avvertiti che, per mancanza di personale, si poteva visitare solo metà del Museo, ovvero la sala dove era conservata la nave punica. All’arrivo l’amara sorpresa: non è possibile visitare nemmeno la metà del Museo. Il portone è chiuso.

Alla richiesta di chiarimenti uno dei tre custodi risponde che il Museo non è tra le strutture autorizzate dall’assessorato Regionale a restare aperto la domenica perchè non ci sono i fondi per gli straordinari. 

“L’associazione – si legge nella nota – precisa di aver comunicato il proprio arrivo alla direttrice e chiede di contattarla telefonicamente. Ne segue una conversazione in cui la direttrice si dimostra disponibile a consentire l’accesso, ma il custode afferma che se veramente voleva farci entrare doveva venire lei personalmente. Poi precisava – prosegue la nota – che la direttrice aveva alla fine affermato: “Fate voi!”. A questo punto sempre lo stesso custode comunica che loro non apriranno perché c’è un altro regolamento che prevede che con tre persone non si può aprire. Fino a quando – conclude SiciliAntica – dovremmo sopportare l’arroganza di queste persone che stanno rovinando i beni culturali e danneggiando l’immagine della Sicilia?”.