Mazara festeggia il patrono San Vito con la sfilata della Pace

0
54

Proseguono a Mazara del Vallo, i festeggiamenti organizzati in onore del patrono San Vito. Domani sarà il momento clou con l’imbarco alle 18 della statua sul peschereccio “Giuseppe Schiavone”.

Dopo un giro nel tratto di mare antistante la città, il simulacro sarà portato in processione fino alla chiesa di San Michele. Poi in serata il finale con i giochi pirotecnici. A questa edizione hanno finora partecipato oltre trentamila persone.

Alla processione religiosa è stata abbinata la sfilata della Pace per celebrare i 100 anni della fine della prima guerra mondiale. Giovanni Isgrò, direttore tecnico del festino ha detto: “sono due argomenti che si intrecciano anche in riferimento alla tradizione devozionale che caratterizza diverse aree del Triveneto che furono impegnate nella Grande Guerra”.

Tra le varie esibizioni quella dei coristi degli Alpini del Friuli accompagnati dal sindaco di San Vito al Tagliamento Antonio Di Bisceglie.

Il sindaco Nicola Cristaldi, come è tradizione, ha idealmente consegnato le chiavi della città a San Vito martire, tramite il vescovo della Diocesi, monsignor Domenico Mogavero. Hanno partecipato alla sfilata anche i rappresentanti delle forze dell’ordine in congedo, l’associazione dei Cavalieri della Repubblica e la società sportiva Pam che ha portato il telo della pace.

Il corteo a quadri viventi e la sfilata della pace si sono conclusi con l’ingresso della statua argentea del Santo Patrono in Cattedrale. Poi nel Collegio dei Gesuiti, si è svolto il concerto del Coro degli Alpini Montecavallo di Pordenone diretto dal maestro Roberto Cescut.