Messina: per le amministrative frattura interna a Fratelli d’Italia, Franco Tiano contro Elvira Amata

0
71

Saltano gli equilibri all’interno di Fratelli d’Italia a Messina e, in vista delle amministrative nella città dello Stretto, il gruppo che fa riferimento al dirigente provinciale, Franco Tiano, sceglie di creare una propria lista civica. La decisione è maturata dopo la decisione di affidare a Elvira Amata il ruolo di unica delegata per le trattative utili a decidere la linea e il candidato sindaco da appoggiare.

La questione è stata innescata dall’attribuzione al deputato regionale Elvira Amata, da parte di Manlio Messina, coordinatore di Fratelli d’Italia della Sicilia orientale, di un incarico certamente delicato per il futuro amministrativo e politico della Città dello Stretto. “Quello del 10 giugno prossimo – ha spiegato Manlio Messina – è uno step al quale la politica ha il dovere di arrivare preparata, proponendo progetti validi e una candidatura che sappia incarnare i valori del centrodestra, scongiurando così il rischio di ripetere un’esperienza amministrativa come quella che sta per concludersi, per il bene di Messina e dei messinesi”.

“Convergere su un nome che rappresenti al meglio la proposta che stiamo costruendo è cosa essenziale – ha detto Manlio Messina -. Ciò richiede una seria e puntuale valutazione circa i profili che si vogliono proporre agli elettori; impone di analizzare bene la situazione e dialogare nella maniera più chiara e completa con le anime della coalizione certo, ma anche e, consentitemi di dire prima di tutto, con il territorio e i suoi rappresentanti. Fratelli d’Italia lo sta già facendo: l’onorevole Elvira Amata sta infatti portando avanti un confronto costante, ormai da settimane, in nome e per conto del partito che rappresenta proprio allo scopo di trovare un’intesa programmatica per giungere alla definizione di un comune candidato che sappia affrontare e risolvere i problemi della città dello Stretto. Sarà pertanto l’onorevole Amata, con gli onorevoli Antonio Catalfamo e Ella Bucalo, a rappresentare la voce di Fratelli d’Italia nella qualità di unica delegata per l’assunzione di responsabilità relativa alle comunali di giugno a Messina, così come deciso in occasione di un incontro tenutosi giovedì scorso a Roma alla presenza dei vertici di partito, la presidente Meloni in testa. L’obiettivo è salvare Messina dal rischio di un altro quinquennio di inadeguatezza. Si tratta un’urgenza evidente e Fratelli d’Italia spingerà al massimo affinché le scelte di proposta ricadano su chi verrà ritenuto il candidato più credibile e il cui cursus honorum abbia già dimostrato di che stoffa è fatto o fatta”, ha concluso Manlio Messina.

Il comunicato del coordinatore regionale della Sicilia Orientale di Fratelli d’Italia ha posto fine, dunque, ad una serie di fibrillazioni che avevano contraddistinto le fasi precedenti alle Politiche. Con il placet della Meloni, è quindi Elvira Amata l’unica delegata per le decisioni che riguardano le amministrative di Messina, azione che, per quanto riguarda le amministrative che interesseranno altri comuni della provincia, vedrà al suo fianco il deputato regionale Catalfamo e la neo eletta alla Camera Ella Bucalo.

Ma c’è chi dentro il partito non ci sta. “Unica referente per decidere il destino di tanti iscritti al partito – afferma Franco Tiano -, tanti compagni di viaggio che con il loro costante impegno hanno tirato le redini per fare di Fratelli d’Italia un partito coerente, deciso sulla propria vocazione politica e la propria identità. Oggi si chiede a tutte queste persone, me compreso, di rinnegare quanto fin ora costruito, per piegarci a logiche che superano le intenzioni e gli stessi ideali della base”.

Da qui la decisione di affiancare alle prossime amministrative alla lista “politica” una civica, “aperta a tutti quanti in città vogliano abbracciare i valori che abbiamo sempre sostenuto a testa alta, senza improbabili cambi di casacca. A noi non interessa – precisa Franco Tiano – arrivare a ogni costo al potere, alla poltrona, a noi basta lavorare con serietà come abbiamo sempre fatto. La lista civica, nella logica di non “cambiare abito” per ragioni di mera opportunità, sarà il luogo dove potranno esprimersi i talenti, dove poter condividere i programmi, dove non fare solo politica, ma farla bene, con coscienza. Non è possibile accettare di aggrapparsi a chi con le proprie idee ha impedito il pieno sviluppo del territorio. Il senso della scelta che abbiamo fatto – conclude Franco Tiano – è non farci burla dell’elettorato. La lista civica servirà a questo: mantenere davanti agli occhi della città il volto che abbiamo sempre avuto e che con merito e fatica abbiamo costruito negli anni”. (in collaborazione con tempostretto.it)