Messina: sequestrati beni per 35 milioni ad imprenditore vicino al clan dei “barcellonesi”

0
64

Beni per circa 35 milioni di euro sono stati posti sotto sequestro stamani dagli uomini della Dia di Messina, supportati dal Centro Operativo di Catania, su disposizione del Tribunale Misure di Prevenzione di Messina nei confronti di una imprenditore attivo nel settore della ristorazione.

L’uomo è ritenuto appartenente alla famiglia mafiosa dei “barcellonesi”. La richiesta di misura è stata formulata a firma congiunta dal Procuratore della Direzione Distrettuale Antimafia, Maurizio De Lucia, e dal Direttore della Dia Giuseppe Governale.

I sigilli sono stati apposti al capitale sociale di imprese e relativi compendi aziendali, immobili, terreni e vari rapporti finanziari, anche intestati a terzi. I particolari dell’operazione verranno illustrati nel corso della conferenza stampa che si terrà alle 10,30 nella sede della Sezione Operativa Dia di Messina, alla presenza del Procuratore Capo di Messina, Maurizio De Lucia, e del Procuratore Aggiunto Vito Di Giorgio.