Miccichè contro la Lega: “Candiani mi attacca, ma chi è? Non so chi sia”

0
104
cerimonia del ventaglio

Miccichè contro la Lega e il M5S. Nel corso dell’incontro con i giornalisti a Palazzo dei Normanni, il presidente dell’Ars ha replicato a distanza al commissario della Lega in Sicilia, il senatore lombardo Stefano Candiani che lo aveva in precedenza criticato.

 “Il senatore Candiani mi attacca e dice i siciliani sono stanchi delle mie ‘sceneggiate e delle polemiche strumentali’? Posso essere sincero? Non so neppure chi sia questo signore…” – ha tagliato corto Miccichè.

All’affermazione del proconsole salviniano: “La Lega oggi è l’unica vera alternativa a questa politica marcia e opportunista”, il presidente dell’Ars ha replicato: “Io vado avanti per la mia strada. Se la politica marcia è avere inaugurato l’autostrada Palermo-Messina, o avere portato l’acqua a Palermo, o ancora aprire la funivia a Trapani, allora sono contento di avere fatto politica marcia”.

“Io non so cosa hanno fatto questi signori per la Sicilia – ha proseguito -. Non si può dare una risposta a chi dice. ‘sei cornuto’. Fanno le offese tanto per farle, ma di concreto non c’è niente”. Poi è stata la volta dei grillini.

“Il reddito di cittadinanza promesso a milioni di persona è una vergogna. E” una illusione data alla gente. Non ci sarà alcun reddito di cittadinanza. E’ falso, non riceverete niente. Perché non è possibile farlo -. ha detto Miccichè -. Invece degli 800 euro mensili daranno solo 8 euro…”.