Migranti, parla il sindaco di Augusta Di Pietro: “Finalmente l’Italia prende posizione forte con la chiusura dei porti”

0
28

Migranti: parla il sindaco di Augusta Cettina Di Pietro, primo comune in Italia per numero di sbarchi: “Finalmente una presa di posizione forte da parte dell’Italia. E’ quello che ci voleva”, commenta all’Adnkronos l’ipotesi avanzata dal premier Gentiloni di chiudere i porti italiani alle navi delle Ong straniere impegnate nel soccorso di migranti.

“Credo sia un gesto molto estremo, quasi provocatorio – aggiunge – al quale il presidente del Consiglio è stato indotto dall’Europa che non ha fatto altro che lasciare sola l’Italia a gestire questa emergenza”. Per la sindaca di Augusta “è ora che l’Ue si assuma le sue responsabilità, invece di scaricarle prima sulle spalle della Sicilia e poi dell’Italia”.

Le Ong, sottolinea, “stanno facendo un lavoro encomiabile e noi non siamo nelle condizioni di girarci dall’altra parte”. Ad Augusta, dal 1 gennaio di quest’anno, “sono arrivati quasi 13mila migranti. Numeri maggiori rispetto a quelli forniti dal ministero perché – spiega Di Pietro – tengono conto anche degli arrivi ‘non ufficiali’, di quei barconi che approdano sulle coste”. Chiudere i porti? “Non so quanto sia realmente fattibile e quanto possa essere una soluzione – conclude – Le norme di diritto internazionale impongono il soccorso in mare e se non lo facessero le navi delle Ong sarebbero quelle della Marina a recuperare i migranti. E poi i barconi continuerebbero ad arrivare, anche senza le Ong che li soccorrono”. (AdnKronos)