Migranti, soccorso barcone al largo della Libia: 40 morti nella stiva

0
31

 

Il dramma dell’immigrazione non si ferma neppure a ferragosto. Sono almeno 40 i profughi morti su un peschereccio soccorso questa mattina al largo della Libia dalla nave Cigala Fulgosi.

A bordo dell’imbarcazione sono state trovate circa 400 persone. Il barcone è stato individuato nelle acque internazionali a nord della Libia. Il comandante dell’unità della Marina “Cigala Fulgosi”, intervenuta sulla scena, Massimo Tozzi, ha fatto sapere che sono 319 i migranti tratti in salvo, di cui alcuni minori ed una decina di donne. I morti invece si trovavano nella stiva e la causa del loro decesso è l’inalazione dei gas di scarico. “Una scena a forte impatto emotivo, c’erano diversi cadaveri immersi in acqua, combustibile ed escrementi umani”, ha detto il comandante, “questo il quadro che si è presentato ai nostri uomini quando sono saliti a bordo”.