Musica: “Il cantico dei Quattro Canti”, concerto in streaming di Giulia Tagliavia

0
121

Il salone di un palazzo storico palermitano, un pianoforte e il talento della compositrice Giulia Tagliavia. La pandemia non ferma la musica de “Il Cantico dei Quattro Canti”, composizione che l’artista palermitana eseguirà in un video che sarà trasmesso in streaming lunedì 28 dicembre, alle 18.30 su You Tube (https://youtu.be/oRUF9f4Kzuc) e dalle pagine Facebook di Repubblica Palermo, Palermo Festival e Cinema City Palermo.

“Ricongiungersi come gesto speciale, coraggioso e al tempo stesso delicato come suonare uno strumento antico, dentro il salone di un palazzo storico a Palermo”. È questo lo spirito del progetto ideato dall’associazione culturale Wilder di Carmelo Galati e dalla compositrice palermitana e sostenuto dall’Assemblea Regionale Siciliana e dell’assessorato regionale al Turismo, Sport e Spettacolo.

“Il cantico dei Quattro Canti” è dunque l’incrocio, la sovrapposizione di forme antiche e moderne. Un movimento unico, fatto anche di silenzi, di tutti i sentimenti contrastanti che ci accompagnano in questi tempi, e ci ricongiungono nello spazio della stessa vibrazione. Una performance intima tra gioia e riflessione, pensata per rompere un silenzio irreale e per far viaggiare note e vibrazioni nello spazio e nel tempo di questo difficile momento. Dedicata alla memoria del musicista palermitano e ideatore della rassegna “Curva Minore” Lelio Giannetto, da poco scomparso.

“Il silenzio di questo tempo difficile che stiamo vivendo viene rotto dalla brillante musica di Giulia Tagliavia che con le note del suo pianoforte ci consente di riaccendere il buio della nostra anima in cui ci ha costretti l’emergenza sanitaria – dice l’assessore regionale del turismo, dello sport e dello spettacolo Manlio Messina – Non potevamo mancare come assessorato all’iniziativa dell’associazione Wilder, che va in streaming in questo periodo di festività diverse da come le abbiamo vissute finora. La musica non può che aiutarci ad andare avanti. Dobbiamo sperimentare forme nuove della sua diffusione anche per valorizzare i nostri talenti, per promuovere le nostre bellezze ed essere pronti alla ripartenza, dopo mesi di enormi difficoltà soprattutto nel mondo della cultura e dello spettacolo”.

Giulia Tagliavia è diplomata al Conservatorio “Scarlatti” in pianoforte, sotto la guida di Donatella Sollima, e in composizione con Marco Betta. Ha approfondito la musica per film con il premio Oscar Luis Bacalov all’Accademia Chigiana di Siena. Ha composto la colonna sonora de “La strada dei Samouni”, vincitore del premio come Miglior documentario al festival di Cannes 2018 ed è stata compositrice in residenza all’Istituto Italiano di Cultura di Parigi. È autrice dell’opera da camera “La Gilda Furiosa”, su libretto originale di Stefano Benni, edita da Casa Musicale Sonzogno. Nel 2015, con la composizione “Fiume d’acqua Dolci”, dedicata all’operato di Danilo Dolci in Sicilia, ha vinto il Premio SIAE, della Casa del Jazz di Roma in collaborazione con l’associazione “Libera” di Don Ciotti. Nel 2013 ha vinto il contest di composizione lanciato da Giovanni Sollima per i 100 Cellos al Teatro Valle di Roma, con presidente di giuria Nicola Piovani. La sua composizione è stata eseguita in diretta tv al concerto del Primo Maggio di piazza San Giovanni. È pianista del PMCE, l’ensemble residente di musica contemporanea dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, con cui ha suonato in festival come la Biennale Musica di Venezia, Ravenna Festival e Romaeuropa. Dal 2019 è advisor per la composizione all’American Academy in Rome.

Il concerto sarà trasmesso lunedì 28 dicembre alle 18.30 su You Tube (https://youtu.be/oRUF9f4Kzuc) e in contemporanea sulle pagine Facebook di Repubblica Palermo (https://www.facebook.com/repubblica.palermo), Palermo Festival (https://www.facebook.com/palermofestival) e Cinema City Palermo (https://www.facebook.com/cinemacitypalermo)