Musumeci: “Accordo con lo Stato, sacrifici, ma i conti tornano in ordine”

0
11
sicilia

“All’inizio della nostra esperienza abbiamo dovuto prendere atto di un’amara realtà: un disavanzo di quasi 2 miliardi di euro determinato da quasi un trentennio di allegra gestione delle finanze pubbliche e disordine contabile”. A dirlo è stato il presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci, durante una conferenza stampa convocata a Catania per fare il punto sull’accordo Stato-Regione sul ripiano di disavanzo finanziario. All’appuntamento con i giornalisti presenti anche Gaetano Armao, vicepresidente della Regione Siciliana, e gli assessori alla Salute Ruggero Razza, e all’Istruzione Roberto Lagalla.

“Alcuni giorni fa abbiamo definito un accordo con lo Stato che ci chiama a compiere ulteriori sacrifici. C’è amarezza perché paghiamo per responsabilità non nostre, ma l’accordo è un’opportunità perché finalmente riusciremo a mettere in ordine i conti della Regione. Ne godrà chi verrà dopo”. Lo ha detto il governatore siciliano, Nello MUSUMECI, durante una conferenza stampa convocata a Catania per fare il punto sull’accordo Stato-regione per il ripiano del disavanzo finanziario della Regione.  “Potremo finalmente consentire alla Regione siciliana di essere, come diceva Piersanti Mattarella, una regione con le carte in regola. Si tratta di dover operare tagli, rimettere ordine nelle partecipate, ridurre alcuni costi consolidati”, ha aggiunto.