Musumeci: “Cambiare la legge Del Rio e ridare dignità alle Province siciliane”

0
53
province siciliane

Cambiare la legge Del Rio e ridare dignità e funzioni alle Province siciliane. E’ questa la posizione espressa dal presidente della Regione Nello Musumeci intervenuto questa mattina all’assemblea dell’Anci.

“Le province non possono essere un dopolavoro, un luogo in cui un sindaco che ha mezza giornata di tempo si dedica a fare il presidente. La legge Delrio va cambiata così come le cinque leggi che il Parlamento siciliano nella scorsa legislatura ha varato senza riuscire a dare un assetto normativo chiaro ed efficiente alle Province – ha ribadito il governatore siciliano tornando a parlare del “problema delle Province o dei Liberi consorzi dei Comuni come vengono ignobilmente chiamate usando una denominazione del 1946”.

“Oggi gli effetti (della mancata riorganizzazione delle Province, ndr) – ha proseguito Musumeci – li pagano innanzitutto i Comuni che non hanno più l’istituzione cerniera tra il frazionamento municipale, da un lato, e il neo centralismo statale e alcune volte regionale, dall’altro. In questa partita il mio governo non concepirà più la Regione come giocatore, saremo l’arbitro perché una Regione che gestisce ha già lasciato tanti morti, feriti e debiti sulla strada. La Regione non deve gestire devono farlo i Comuni, le Province, i privati nello spazio in cui la legge lo consente. Alla Regione – ha concluso – tocca legiferare, programmare e vigilare”.