Napoli – Palermo 1-1. Nestorovski fa sognare i rosa, Posavec li riporta a terra

0
17
Ilija Nestorovski
Ilija Nestorovski
(Photo by Tullio M. Puglia/Getty Images)

Pareggio insperato del Palermo a Napoli che va subito in vantaggio con Nestorovski e resiste quasi un’ora agli azzurri che arrivano al pari solo grazie alla papera di Posavec che agevola la rete di Mertens. Sarebbe potuto diventare un esordio da urlo per Lopez che ha seriamente rischiato di portare via 3 punti clamorosi dal San Paolo. Non sa di sconfitta, però, il pari vista la gran mole di occasioni non sfruttata dai partenopei e la quasi assenza rosanero dalle parti di Reina. Salvezza ancora distantissima nonostante la sconfitta dell’Empoli a Crotone.

Il Palermo scende in campo al San Paolo contro una delle squadre più in forma del momento. Per la sua prima gara sulla panchina del Palermo Diego Lopez opta per un 4-3-3 con Goldaniga e Gonzalez al centro assieme a Rispoli e Pezzella sulle fasce; centrocampo con Henrique, Jajalo e Chochev ed in avanti lo spregiudicato tridente Trajkovski, Quaison, Nestorovski. Dall’altra parte gli azzurri fanno paura con il trio super mobile formato da Insigne, Mertens e Callejon.

Pronti via il Palermo riesce a trovare la rete del vantaggio. Al sesto i rosanero battono un corner, sugli sviluppi del calcio d’angolo Rispoli ha la possibilità di crossare nuovamente, sul pallone si avventa Nestorovski che di testa sigla la sua ottava rete in campionato. Incredibile ma vero, Palermo il vantaggio al San Paolo.

Il Napoli reagisce con veemenza alla rete ospite ed un minuto dopo rischia di pervenire al pari grazie ad una conclusione di Callejon che non inquadra la porta di poco.

All 11′ trema la panchina rosanero quando Mertens può calciare verso la porta, Posavec ci mette un piede, il palo fa il resto sventando il tentativo del belga. Pericolo disinnescato.

Al 25′ il portiere sloveno del Palermo è bravo a raccogliere un cross effettuato a Callejon con una bella presa, i rosanero resistono senza particolari sofferenze al pressing dei padroni di casa che non riescono ad imbastire l’azione giusta per trovare la porta. Al 30′ sempre il portiere rosa è protagonista, questa volta di un brutto scontro con il compagno di squadra Pezzella, il giocatore riesce a proseguire il match.

Dal 30′ in poi i pericoli per la retroguardia rosa hanno un solo nome e cognome Dries Mertens. Il belga è totalmente indiavolato e solo un intervento provvidenziale di Goldaniga prima e nuovamente dell’estremo difensore Posavec poi salvano la porta del Palermo che resta inviolata fino al 48′ in virtù dei 3′ di recupero concessi dall’arbitro Celi.

La ripresa comincia con le stesse formazioni in campo. È sempre Mertens il più pericoloso per il Napoli: al 49′ il numero 14 azzurro impegna Posavec con una conclusione che viene deviata in angolo.

Al 54′ primo cambio per il Napoli: fuori Allan, dentro Zielinksi. Un minuto dopo è Insigne a tentare la via del gol ma il portiere rosanero manda ancora in corner. Lopez corre ai ripari cambiando Trajkovski con Alesaami. Sarri allora risponde inserendo un centravanti al posto di un mediano: fuori Jorginho, dentro Pavoletti. È proprio l’ex Genoa che un minuto dopo l’ingresso ci prova di testa, il colpo, però, non è preciso e la palla finisce sul fondo.

Al 65′ cadono le braccia ai tifosi rosanero, Mertens ci prova e Posavec questa volta non trattiene non per l’irresistibilità del tiro avversario ma per plateale papera: 1-1, cadeau non necessario per gli uomini di Sarri.

5′ minuti infernali per i rosanero che subiscono l’assalto alla baionetta del Napoli che viene interrotto soltanto al 77′ per un infortunio occorso a Chochev. Proprio il bulgaro alleggerisce nuovamente la pressione dei padroni di casa all’81’ con una conclusione parata senza patemi da Reina. Pochi istanti dopo, invece, è pericoloso Hysaj che trova Posavec questa volta pronto a deviare la sfera in angolo.

Impressionante possesso palla del Napoli che va oltre il 70%. All’86’ ci prova ancora Pavoletti, salva nuovamente Posavec. Il portiere rosanero avrebbe meritato un voto eccellente qualora non avesse macchiato la sua partita con la papera che ha consentito il pari agli azzurri.

87′: fuori Quaison, dentro Morganella. Tachicardia per il Palermo: all’88’ Callejon trova ancora il portiere rosanero pronto.

Un minuto dopo espulsione diretta per Goldaniga che stende Mertens. La punizione è da posizione ghiotta ma non viene capitalizzata dalla squadra di Sarri. Ancora cambi per i rosanero: dentro Sunjic, fuori Nestorovski. Al 92′ arriva la madre delle occasioni per il Napoli: Mertens taglia il campo con un cross al bacio sul quale si avventa Insigne che non riesce a capitalizzare a due metri dalla porta. Dopo 5′ di recupero arriva il triplice fischio di Celi.


NAPOLI: 25 Reina; 2 Hysaj, 33 Albiol, 19 Maksimovic, 31 Ghoulam; 5 Allan (54′ 20 Zielinski), 8 Jorginho (62′ 32 Pavoletti), 17 Hamsik (cap.); 7 Callejon, 14 Mertens, 24 Insigne. A disposizione: 1 Rafael, 22 Sepe, 4 Giaccherini, 11 Maggio, 21 Chiriches, 23 Gabbiadini, 30 Rog, 42 Diawara. Allenatore: Maurizio Sarri. 

 

PALERMO: 1 Posavec; 3 Rispoli, 12 Gonzalez (cap.), 6 Goldaniga, 97 Pezzella; 25 B. Henrique, 28 Jajalo, 18 Chochev; 21 Quaison (87′ 89 Morganella), 30 Nestorovski (90′ 44 Sunjic), 8 Trajkovski (59′ 19 Alesaami). A disposizione: 55 Marson, 57 Guddo, 4 Andelkovic, 9 Silva, 11 Embalo, 15 Cionek, 22 Balogh, 98 Lo Faso. Allenatore: Diego Lopez. 

 

ARBITRO: Domenico Celi (Bari). Assistenti: Andrea Crispo (Genova) – Giorgio Schenone (Genova). Quarto ufficiale: Filippo Valeriani (Ravenna). Arbitri addizionali: Maurizio Mariani (Aprilia) – Aleandro Di Paolo (Avezzano). 

NOTE:

Reti: 6′ Nestorovski, 65′ Mertens. Ammoniti: Quaison (P), B. Henrique (P), Jajalo (P). Espulsi: Goldaniga Corner: 13-2. Recuperi: 3′-5′