Nasce “Futuro”, la scuola politica di Davide Faraone e Maurizio Carta

0
34

Nasce la scuola politica del senatore Pd Davide Faraone, organizzata in collaborazione con il professore Maurizio Carta. Si chiamerà “Futura” e sarà rivolta agli under. Ad annunciare l’appuntamento su Facebook è lo stesso renziano di Sicilia.

“Ciao a tutti, ho delle belle notizie da darvi sulle attività che metteremo subito in campo – scrive Faraone-. Nasce Futura, la scuola di cultura Politica per ragazzi tra i 18 e i 30 anni. Si terrà a Città del mare/Terrasini (Palermo) dalle 15 di venerdì 4 ottobre alle 17 di domenica 6 ottobre”.

Il responsabile del progetto è il professore Maurizio Carta (spc.futura@gmail.com), spiega nel suo post il senatore piddino. “Il costo è di 100 euro tutto compreso (è prevista una riduzione del 30 per cento per coloro che ci raggiungeranno dalle altre regioni) e il numero massimo di partecipanti è di 100 ragazzi. Iscrivetevi subito – prosegue Faraone -, i tempi sono strettissimi, basta cliccare su https://forms.gle/urkv5xULFaoNN2Hk8 entro il 22 settembre. Per coprire la cifra ci sarà bisogno del contributo e del sostegno di simpatizzanti finanziatori che diano una mano, io farò la mia parte, vi invito a sostenere la scuola per i ragazzi. Iniziamo con una tre giorni, poi la scuola verrà sempre più strutturata. Perché una scuola? Perché la politica, lo diceva Bismarck, è l’arte del possibile ma per renderla tale bisogna studiare, capire le cose ed entrarvi dentro. Le classi dirigenti non si improvvisano, non si alimentano senza sostanza e la politica deve riuscire ad entrare nelle case di chi pensa che quel mondo sia solo una mangiatoia inutile”.

Al centro dei lavori i temi sociali più importanti, la politica, il lavoro, la comunicazione, lo sviluppo, l’economia, ma anche l’ambiente e l’uguaglianza sociale. “Lo faremo fra gli altri con Graziano Delrio, Floriana Cerniglia, Moni Ovadia, Vittorio Sgarbi, Gaetano Miccichè, Fabrizio Micari, Enrico Giovannini, Andrea Sbandati, Don Andrea, Ernesto Maria Ruffini, Davide Giacalone, Stefano Ciafani, Teresa Bellanova, Luigi Marattin, Tommaso Dragotto, Alessandra Sciurba, Pietro Navarra, Leoluca Orlando, Roberto Covolo, Elena Bonetti, Stefan Pan, Carlo Trigilia e altri ancora che però mi riservo come sorprese”, spiega il renziano. “Non mancheranno – conclude Davide Faraone – i momenti di aggregazione e di spensieratezza. L’appuntamento successivo, quello sarà invece aperto a tutti, dal 18 al 20 ottobre, a Firenze, alla Leopolda. Vi invito a non mancare, quest’anno sarà imperdibile”.