Nel bilancio dell’ordine degli avvocati di Palermo un “tesoretto” destinato ai giovani colleghi

0
18
ordine degli avvocati

Il Consiglio dell’ordine degli avvocati approva il bilancio consultivo 2019 con un avanzo che sarà destinato al ristoro dei giovani professionisti in difficoltà. Il 14 maggio scorso il Coa ha votato a maggioranza il documento e individuato un avanzo di esercizio di 350.000 euro. Questi fondi, secondo l’Ordine, andranno impiegati per dare un mano ai legali maggiormente coinvolti nella crisi economica e sociale nata con la diffusione della pandemia da Covid 19.

“L’oculatezza delle passate consiliature ci ha consentito di recuperare importanti risorse nel nostro bilancio – commenta il presidente Giovanni Immordino -. Adesso ci occuperemo del bilancio preventivo per destinare questo ‘tesoretto’ agli iscritti. Pensiamo ad una misura mirata nell’interesse dei colleghi palermitani, specie i più giovani – spiega – che più degli altri stanno vivendo la difficoltà economica dell’interruzione dell’attività professionale attraverso l’erogazione di un contributo di sostegno significativo e concreto, certamente più efficace di misure a pioggia che inciderebbero per poche decine di euro su tutti gli avvocati” – conclude Immordino.