Niscemi: il sindaco chiede tutela dal Muos al ministro della Difesa

0
9

Il sindaco di Niscemi, Massimiliano Conti (espressione di una lista civica) ha inviato una lettera al ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, per chiedere l’istituzione di una commissione che si occupi  della problematica Muos, e si adoperi per la tutela della salute dei cittadini e la salvaguardia dell’ambiente.

Conti ha spiegato: “non abbiamo ancora avuto nessun tipo di riscontro, nemmeno da quelle forze politiche che in passato si sono dichiarate No Muos e che oggi sono al governo. L’area di Niscemi è raggiunta dalle esposizioni elettromagnetiche emanate dalle tre grandi parabole satellitari del sistema Muos, messe in funzione nella base militare americana all’interno della riserva orientata della sughereta di contrada Ulmo, e dalle 46 antenne radio che sono attive da tempo nello stesso sito”.

Il sindaco è anche sostenitore di un ricorso straordinario al Consiglio di Giustizia Amministrativa di Palermo perché “revochi la sentenza che lo stesso organo giudicante ha emesso nel 2016 confermando la legittimità delle autorizzazioni paesaggistiche rilasciate dalla regione Siciliana nel giugno 2011”.

L’opposizione del comune di Niscemi troverebbe fondamento poiché la sentenza poggerebbe su atti processuali viziati, in quanto formati in violazione del principio di contraddittorio e della difesa delle parti. Su questo ricorso straordinario il Cga si pronuncerà nell’udienza in calendario per il 14 novembre prossimo.