“No alle scorie nucleari in Sicilia”, petizione on line di Fratelli d’Italia

0
88
scorie nucleari

Una petizione on line indirizzata al presidente del Consiglio Giuseppe Conte contro l’ipotesi di stoccare in quattro siti siciliani altrettanti depositi di scorie nucleari. A lanciarla è la segreteria regionale di Fratelli d’Italia per la Sicilia occidentale insieme all’organizzazione giovanile Gioventù nazionale.

La Sicilia non si tocca, No alle scorie nucleari” si legge nella grafica della raccolta di firme. “La notizia che in Sicilia sarebbero state individuate quattro aree per il deposito di scorie nucleari è inaccettabile. Approfittando della generale attenzione rivolta a ben altro, il Governo tenta di far passare in sordina una follia” – scrivono ancora gli organizzatori.

Per Giampiero Cannella, coordinatore regionale del partito della Meloni in Sicilia occidentale “si tratta di una scelta scellerata che se non arrestata in tempo rischia di ‘violentare’ territori che hanno nella biodiversità, nell’agricoltura di qualità e nell’attrattività turistica una vocazione naturale e storica riconosciuta nel mondo. Non si può consentire uno scempio simile che andrebbe a penalizzare gli sforzi immani dell’imprenditoria locale di valorizzare territori e colture anche in questo periodo difficile segnato dalla pandemia”.

Il segretario regionale giovanile di Fratelli d’Italia, Antonio Piazza spiega che “la scelta di una raccolta di firme on line è dettata dal rispetto delle misure di contenimento del Covid, ma appena possibile, Gioventù nazionale promuoverà una mobilitazione regionale sulle aree individuate”.