Notti bianche a Palermo, aperti in notturna e gratuitamente i siti Unesco

0
189
notti bianche a palermo

Tornano le Notti Bianche a Palermo che il prossimo venerdì apriranno le porte dei nove siti Unesco aperti gratuitamente e in notturna per un fine settimana.

Si potranno ammirare il complesso di Palazzo Reale, con la Cappella Palatina e i giardini reali, animati da concerti nel cortile Maqueda con visite a cura della Fondazione Federico II. Visite notturne possibili anche nella Cattedrale, la chiesa di San Giovanni degli Eremiti, la bizantina Santa Maria dell’Ammiraglio (La Martorana) e la purissima San Cataldo; il sollazzo normanno della Zisa e Ponte dell’Ammiraglio. Tutti i siti saranno visitabili dalle 19 a mezzanotte, il complesso di Palazzo Reale dalle 20 alle 23.30.

Sabato, invece, toccherà a Monreale che sta preparando un intenso programma con spettacoli di pupi, presentazioni di libri e recital, tra cui un concerto della Cantoria del Teatro Massimo alle 21 in piazza Guglielmo. Il Collegio di Maria accoglierà alle 20.30 un concerto di fiati della Banda Guglielmo II e il santuario Maria SS. Addolorata Calvario delle Croci, alle 21, il concerto “Cantando Maria” del Coro Cum Iubilo. Le absidi, infine, ospiteranno alle 22 un concerto jazz del chitarrista Sergio Munafò.

Il complesso Guglielmo II sarà aperto gratuitamente dalle 19 a mezzanotte, la casa cultura Santa Caterina dalle 17 alle 21, mentre il Duomo, il chiostro benedettino, il museo Diocesano e la Torre meridionale apriranno le porte dalle 20.30 a mezzanotte con visite guidate a cura della Parrocchia di Santa Maria La Nova.

Domenica sarà, invece, la giornata di Cefalù: Cattedrale e chiostro saranno aperti gratuitamente dalle 20 a mezzanotte; nella basilica, dalle 20 alle 22 Salvatore Grisanti proporrà una lettura iconologica dei mosaici absidali. Partecipano anche il Museo Mandralisca che alle 17 ospiterà i Pupi antimafia di Angelo Sicilia; e l’Ottagono Santa Caterina dove saranno esposti gli scatti di Rosellina Garbo che racconta per immagini i nove siti del percorso Unesco arabo normanno.